L’ex brigatista Adriana Faranda ora insegna alla scuola di magistratura

Adriana-Faranda

L’invito all’ex terrorista Adriana Faranda a partecipare nella sede della Scuola della magistratura a un corso di formazione per i giudici sulla giustizia riparativa, che si aprirà domani a Scandicci, provoca una polemica tra le toghe. E sulla mailing list delle correnti di sinistra della magistratura si apre un dibattito acceso tra chi difende l’iniziativa e chi invece la ritiene “assurda” .

(altro…)

Visualizzazioni: (0)

Incarico prematuro al patrocinante: per la Cassazione, è “inaccettabile”

disegno-di-professore-maestro-mestieri-colorato-300x300Attraverso un’interpretazione restrittiva delle norme in materia di procura delle liti, i giudici di legittimità ribadiscono che la stessa va conferita a gradi di merito chiusi

È inammissibile il ricorso in Cassazione per difetto di procura, se questa non è specificamente rilasciata dopo la pubblicazione della sentenza della Commissione tributaria regionale.
È quanto ha deciso la Corte suprema con la sentenza n. 575 del 15 gennaio 2016, che ha rigettato il ricorso per cassazione in quanto la procura speciale ai difensori era stata rilasciata a margine dell’atto di appello, non risultando invece a essi specificamente conferita dopo la pubblicazione della sentenza impugnata.

(altro…)

Visualizzazioni: (52)

DASPO: Riconosiuto l’esimente dello stato di necessità

catania-avellino-ultrad-2015E’ ammessa la reazione, con comportamenti pur astrattamente censurabili in presenza di situazioni di oggettivo pericolo per l’incolumità propria od altrui ove il fatto sia proporzionato al pericolo (per lo stato di necessità, a norma dell’art. 54, primo comma, c.p.). Nella fattispecie il Tar ha annullato il Daspo emesso nei confronti di tre sostenitori dell Us Avellino in quanto dall’esame dei filmati del 29 marzo 2015, riproducenti i fatti verificatisi nel settore ospiti dello stadio Massimino di Catania inoccasione dell’incontro di calcio Catania-Avellino, si evidenziava che l’Amministrazione intimata ometteva di considerare gli atti di violenza perpetrati dai tifosi catanesi in danno di quelli Irpini e che avevano determinato la sussistenza di uno “stato di necessità”, in loro favore.

(altro…)

Visualizzazioni: (72)

Termini di notifica certi e univoci anche se il plico giace alla Posta

buste_plichiLa “scissione temporale” degli effetti non implica lo slittamento del perfezionamento della procedura per il destinatario rispetto ai limiti stabiliti dal legislatore tributario

In caso di notificazione a mezzo del servizio postale, laddove l’atto non possa essere materialmente recapitato, per temporanea assenza del destinatario o per mancanza, inidoneità, assenza di altri legittimi consegnatari, la notifica si ha comunque per eseguita trascorsi dieci giorni dalla data di spedizione della raccomandata con cui si dà notizia all’interessato della giacenza dell’atto.

(altro…)

Visualizzazioni: (125)

Canone Tv: quest’anno costa meno, si paga a rate e più semplicemente

fotolia_telecomando_r439_thumb400x275L’importo per il 2016 è stato ridotto a 100 euro e sarà “spalmato” sulle fatture della luce a partire da quella relativa al mese di luglio.
Niente più bollettino da pagare all’ufficio postale entro il 31 gennaio, niente più code e niente più rischio di dimenticare di effettuare il versamento e, quindi, di incappare nelle sanzioni per il ritardato pagamento.

(altro…)

Visualizzazioni: (76)

Va risarcito il medico sottoposto a turni di lavoro massacranti

arton27498Cassazione Lavoro, Sentenza 21262 del 20/10/2015

*

Con la sentenza in rassegna, qui leggibile nella sua versione integrale, la Sezione Lavoro della Cassazione ha affermato il principio secondo cui se la disponibilità del Fondo appositamente costituito non è sufficiente a soddisfare le pretese dei medici di compensi integrativi, a fronte di turni di lavoro prestati oltre il consentito, è dovuta comunque una integrazione salariale a favore dei professionisti ed a carico della Struttura sanitaria, dal momento che le norme contrattuali non affermano che il lavoro straordinario possa essere compensato solo nei limiti di capienza del Fondo stesso.

(altro…)

Visualizzazioni: (251)

Valida la sentenza sottoscritta con firma digitale – Cassazione Civile, Sentenza 22871/2015

imagesAlla stregua dell’impianto normativo risultante dalle norme già in vigore alla data di emanazione della sentenza impugnata – 23 gennaio 2013- va affermato che la sentenza redatta in formato elettronico dal giudice e da questi sottoscritta con firma digitale ai sensi dell’art. 15 del D.M. 21 febbraio 2011 n.44, non è affetta da nullità per mancanza di sottoscrizione, sia perché sono garantite l’identificabilità dell’autore, l’integrità del documento e l’immodificabilità del provvedimento (se non dal suo autore), sia perché la firma digitale è equiparata, quanto agli effetti, alla sottoscrizione autografa in forza dei principi contenuti nel decreto legislativo 7 marzo 2005 n.82 e succ. mod., applicabili anche al processo civile, per quanto disposto dall’art. 4 del d.l. 29 dicembre 2009 n.193, convertito nella legge 22 febbraio 2010 n.24”

(altro…)

Visualizzazioni: (272)

Senza prova contraria, è di comodo la società che affitta l’unica azienda

evidenciaLa ratio della normativa sulle non operative è finalizzata a disincentivare fenomeni elusivi, per cui non è sufficiente una semplice affermazione per consentirne la disapplicazione

In materia di società di comodo o non operative, vale a dire quelle società che non esercitano un’effettiva attività commerciale e che non rispondono a esigenze di tipo imprenditoriale, spetta al contribuente fornire la prova contraria, dimostrando l’esistenza di oggettive situazioni di carattere straordinario, specifiche e indipendenti dalla sua volontà, che hanno impedito il raggiungimento della soglia di operatività e del reddito minimo presunto.
Questo il principio di diritto affermato dalla Cassazione nella sentenza n. 21358 del 21 ottobre 2015.
(altro…)

Visualizzazioni: (206)

Lavoro. Diritti quesiti non novellabili in senso sfavorevole in sede di contrattazione collettiva

contratto-lavoro-54_0Cassazione Lavoro, Sentenza n. 22126 del 29/10/2015

***

Nell’eventualità venga stipulato un nuovo Contratto Collettivo Nazionale contenente condizioni risultanti penalizzanti per i lavoratori precedentemente contrattualizzati le summenzionate penalizzazioni risultano di fatto inefficaci. Infatti i Diritti Quesiti dai Lavoratori non sono novellabili in senso sfavorevole, costituendo una oggettiva e inalterabile validità giuridica.
Non rientrano comunque le ipotetiche prospettive future di incremento salariale, ma soltanto rigorosamente le situazioni retribuitive già entrate fattivamente e non occasionalmente nel patrimonio del lavoratore subordinato.

(altro…)

Visualizzazioni: (228)

L’Imputazione – Convegno a Salerno il 23 e 24 Ottobre 2015

La Sezione di Salerno del LA.P.E.C. (Laboratorio, Permanente Esame e Controesame) e Giusto Processo, in collaborazione con il LAPEC Nazionale e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, dell’Unione delle Camere Penali Italiane, della Camera Penale Salernitana, Nocera Inferiore e Vallo della Lucania, dell’ISISC, del Consiglio Nazionale Forense, della Scuola Superiore dell’Avvocatura, dell’ A.N.M. Sezione Distrettuale di Salerno, della Scuola Superiore Magistratura, Giuffrè Editore Agenzia di Salerno, ha organizzato per i giorni 23 e 24 OTTOBRE 2015 un seminario di studi: (altro…)

Visualizzazioni: (249)

Torna all'inizio