Litis.it » Diritto & Attualità a cura dell'Avv. Marco Martini

Ferguson, il poliziotto non sarà incriminato. Tensione e scontri negli USA

fergusaAltissima tensione e scontri negli Stati Uniti dopo che il Gran giurì ha deciso che nel caso di Darren Wilson, il poliziotto che il 9 agosto scorso sparo’ e uccise il diciottenne nero Mike Brown a Ferguson, nel Missouri, non ci sono prove sufficienti per il rinvio a giudizio. Una decisione che si rincorreva da giorni, soprattutto dopo che il governatore dello Stato, Jay Nixon, aveva dichiarato lo stato di emergenza e allertato la Guardia nazionale, ma che ha comunque colto di sorpresa la comunita’ di 21mila abitanti, di cui i due terzi afroamericana. “E’ stata fatta un’indagine completa”, ha detto il pubblico ministero Robert McCulloch nell’annunciare la scelta fatta dai 12 giurati.

(altro…)

Visualizzazioni: (23)

Atto notificato, ma in che giorno? Lo dichiara e lo prova il ricevente

La regola vale qualora l’interessato non contesti di non aver avuto la cartella con la pretesa tributaria, ma si limiti a metterne in discussione la data di consegna

finger-with-calendarNella notifica postale, il raggiungimento dello scopo, ovvero l’intervenuta conoscenza dell’atto, sposta l’onere probatorio, in ordine alla data di effettiva ricezione, sulla parte che agisce in giudizio per far valere una pretesa da esercitare entro un termine decadenziale.

(altro…)

Visualizzazioni: (52)

I Processi dei Tribunali Militari Italiani nella Prima Guerra Mondiale

Articolo del Prof. Pancrazio Caponetto.

 

Par_Le punizioni

Nel 1968, lo storico Alberto Monticone e il giornalista Enzo Forcella, pubblicarono un libro, PLOTONE DI ESECUZIONE I PROCESSI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE.

Il libro è il frutto di una ricerca di archivio. Monticone e Forcella studiarono un materiale di circa 100.000 sentenze contenute in buste trovate in due fondi dell’Archivio centrale di Stato di Roma. Pubblicarono 166 sentenze, con una prefazione di Forcella e una introduzione di Monticone sul regime penale nell’esercito italiano durante la prima guerra mondiale.

(altro…)

Visualizzazioni: (49)

Competenza e giurisdizione. Distinzione tra atti pubblici e privati

Cassazione Civile, Sezioni Unite, Ordinanza 15304 del 04/07/2014

Poiché /provvedimenti amministrativi non sono mai di diritto privato ma sono per definizione atti di diritto pubblico (e, di converso, un atto di diritto privato non è mai e non puo essere un provvedimento amministrativo) ne consegue che la definizione legislativa di determinati atti come atti di diritto privato esclude la giurisdizione del giudice amministrativo in ordine ad essi’ (cfr, Cass., SU, n. 2031/2008,)

(altro…)

Visualizzazioni: (67)

Servizio sanitario Nazionale. Competenza e giurisdizione

Cassazione Civile, Sezioni Unite, Ordinanza 15304 del 04/07/2014

Con riferimento al servizio sanitario nazionale, l’individuazione con atto del direttore generale della struttura operativa dell’azienda sanitaria locale è atto di macro-organizzazione disciplinato dal diritto privato, a norma del già ricordato art. 3 dl.vo n. 502/92, diversamente da quanto previsto per le amministrazioni pubbliche in genere, in coerenza con il suo carattere imprenditoriale, strumentale al raggiungimento del fine pubblico dell’azienda, con la conseguenza che la giurisdizione a conoscere di tali atti appartiene al giudice ordinario (Cfr, Cass., SU, nn. 2031/2008; 17783/2013)

(altro…)

Visualizzazioni: (73)

Riforma della giustizia. Rispunta il divorzio diretto

download (1)Il divorzio breve non si arrende. E riprende il suo inter con l’obiettivo di inglobare anche la proposta di divorzio diretto, ovvero la possibilità di far cessare gli effetti del matrimonio senza l’intermezzo della separazione. Il tutto, purché ci sia accordo tra i coniugi e non ci siano figli minori o maggiorenni affetti da disabilità. Luogo dello scontro, la Commissione giustizia del senato presso la quale, ieri, sono iniziate le votazioni agli emendamenti presentati al ddl 1504 il cui iter si era interrotto a causa del tentativo di fondere le norme con il testo del dl sull’arretrato civile che ha introdotto la negoziazione assistita.

(altro…)

Visualizzazioni: (112)

Carceri disumane, l`Ue boccia i ricorsi

cellaL`Italia perde il primato negativo di primo Paese per numero di fascicoli aperti davanti alla Corte europea dei diritti umani per il sovraffollamento delle carceri. La Corte di Strasburgo ha infatti respinto ieri tutti i ricorsi presentati negli ultimi anni dai detenuti italiani per aver subito un trattamento inumano, a causa delle condizioni di reclusione.

(altro…)

Visualizzazioni: (101)

Previdenza. La Cassazione salva le modifiche delle Casse, peggiorative per gli iscritti, adottate per assicurare l’equilibrio finanziario di lungo periodo

downloadUn conto sono le pensioni ai professionisti liquidate prima del 2007, un conto quelle successive. Per le prime, la garanzia costituita dal principio del «pro rata» (in base al quale non possono essere disattese le aspettative dell’iscritto a un ente previdenziale in relazione alle anzianità maturate prima delle modifiche peggiorative) deve essere applicata in modo rigoroso; per le seconde, invece, lo stesso principio del «pro rata» può essere attenuato, come previsto dalla Finanziaria del 2007 (legge 296/2006), per motivi di interesse generale costituzionalmente rilevanti, qual è, nel caso delle Casse dei professionisti, l’esigenza di assicurare l’equilibrio finanziario di lungo periodo. E così – ha deciso la Corte di cassazione nella sentenza 24221 depositata ieri – sono legittime, ma solo per le pensioni liquidate dal 2007 in poi, le vecchie delibere degli enti privatizzati che hanno tagliato le pensioni attese dagli iscritti senza rispettare in modo rigido il principio del «pro rata» previsto all’articolo 3, comma 12 della legge 335/95.

(altro…)

Visualizzazioni: (150)

Danno morale senza penalizzazioni in base al Paese di residenza dei familiari – Cassazione 24201/2014

cassazione_giudicerIl giudice che liquida il danno morale agli eredi di uno straniero non può decurtarlo giustificando il taglio con il maggior potere d’acquisto che quel denaro ha nel paese di residenza dei familiari della vittima. La Cassazione, con la sentenza 24201/2014, ribalta il doppio verdetto con il quale sia la Corte d’appello sia il Tribunale avevano considerato giusto un minor indennizzo in favore della moglie e delle figlie di un lavoratore tunisino, investito e ucciso mentre era in bicicletta.

(altro…)

Visualizzazioni: (127)

Anche il pedone investito può avere colpa – Cassazione 24204/2014

imagesIl pedone non ha sempre ragione: anche lui può avere colpa (in tutto in parte) in un incidente stradale nel quale viene investito e tutto dipende da dove e come attraversa la strada. Lo ha confermato la Terza sezione civile della Cassazione, con la sentenza 24204/2014, depositata ieri.

La pronuncia riguarda la complessa vicenda di un pedone investito nel 1992, mentre era malato di Alzheimer in fase iniziale e morto per questo morbo nel 1997; un esito accelerato dal trauma dell’incidente.

Oltre a confermare la decurtazione del risarcimento

(altro…)

Visualizzazioni: (157)

Torna all'inizio