Litis.it » Diritto & Attualità a cura dell'Avv. Marco Martini

I tempi della Giustizia e il progetto di riforma della procedura civile

di Cristiano Cominotto – presidente di Al, Assistenza legale

imagesCon la presente trattazione si vogliono effettuare alcune considerazioni in merito alle recenti proposte formulate ai fini di ridurre i tempi della Giustizia intervenendo sul processo civile. Recentemente, sul sito del Ministero della Giustizia sono state illustrate le misure principali che il Governo auspica siano prese al fine di conferire nuovo slancio al processo in ambito civile. Negli aggiornamenti del 2 Luglio scorso pubblicati sul sito del Ministero di Grazia e Giustizia la prima delle misure illustrate è rappresentata dalla CONCILIAZIONE CON L’ASSISTENZA DEGLI AVVOCATI (negoziazione assistita).Questa misura è volta ad agevolare il raggiungimento di un accordo tra le parti con l’ausilio dell’Avvocato, con evidente intenzione deflattiva del carico di cause attualmente aperte avanti ai Tribunali.

(altro…)

Visualizzazioni: (67)

Università, cambiano i concorsi

downloadL’abilitazione nazionale, che la legge Gelmini del 2010 ha introdotto per sostituire le vecchie selezioni locali e che tanti ricorsi ha generato, si rinnova: sarà a “sportello” e durerà sei anni e non più quattro. A prevederlo è un emendamento – a prima firma Manuela Ghizzoni (Pd) – al dl Pa che ha ottenuto giovedì notte l’ok della commissione Affari costituzionali della Camera. E che ha potuto contare sull’ok del ministro Stefania Giannini: «Il nuovo sistema – sottolinea la titolare del Miur – rende più snella la selezione e responsabilizza gli atenei. In attesa della conversione in legge In attesa che il decreto diventi legge – aggiunge – il ministero sta già lavorando ai provvedimenti attuativi».

(altro…)

Visualizzazioni: (35)

Primi dati pct Centomila depositi telematici

notificazioni_pecNei primi 14 giorni di luglio sono stati «41.342 i depositi telematici effettuati da avvocati» e circa 61.000 quelli a opera di magistrati. È Andrea Orlando, ministro della giustizia, a diffondere i primi esiti del monitoraggio sull’andamento del Processo civile telematico (Pct), essendo divenuto obbligatorio, dal 30 giugno scorso (in base a quanto disposto dalla legge di stabilità 2013, la 218/2012) il deposito degli atti processuali e di documenti via web, escluso il materiale per la costituzione in giudizio.

(altro…)

Visualizzazioni: (40)

Più sanzioni per il lavoro nero, ecco il codice ad hoc per riversarle

Andrà indicato nel modello F23. I maggiori introiti saranno indirizzati verso i “contenitori” creati esclusivamente per lo sviluppo e la tutela dell’occupazione

lavoro_nero Un codice tributo a sfondo sociale, il 79AT. Serve, infatti, a far confluire le somme dovute a titolo di incremento di sanzioni amministrative, per violazione delle norme in materia di lavoro sommerso e irregolare e di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in un apposito fondo dedicato all’occupazione e alla formazione. L’istituzione, arrivata con la risoluzione 70/E del 24 luglio, si è resa necessaria dopo l’introduzione dell’inasprimento sanzionatorio disposta dal Dl 145/2013 (articolo 14, comma 1).

(altro…)

Visualizzazioni: (34)

La separazione dall’ex coniuge non giustifica l’omesso spostamento

Ci sono diciotto mesi di tempo, dall’acquisto dell’immobile, per portare la residenza nel comune dove esso è situato, fatta salva una causa ostativa di forza maggiore

accord-ny-house-movingIl contribuente perde i benefici prima casa nell’ipotesi di mancato trasferimento della residenza nel comune di ubicazione dell’immobile entro il termine di diciotto mesi dall’acquisto. Alcuna rilevanza assumono l’intervenuta separazione consensuale e l’accordo sull’immobile, non configurabili quali cause di forza maggiore esonerative dall’obbligo legale di trasferimento della residenza.
È quanto si desume dall’ordinanza n. 16082 del 14 luglio 2014 della Cassazione tributaria.

(altro…)

Visualizzazioni: (84)

Il concetto giuridico di opera pertinenziale

Nota a T.A.R. Toscana, Firenze, Sez. III, sentenza n. 1013 del 09.06.2014 di Daniele Tramutoli

downloadOggetto del recentissimo pronunciamento in esame è un’ordinanza con la quale l’amministrazione comunale resistente ingiunge la demolizione di tutte le opere abusive realizzate dal ricorrente in qualità di proprietario di un supermercato, con il conseguente ripristino dello stato dei luoghi.

(altro…)

Visualizzazioni: (187)

Novità introdotte in tema di processo civile telematico dal D.L. 90 del 24/06/2014

processo_telematicoPubblichiamo un breve commento, nonchè il testo integrale del DL 90/2014, sulle importanti novità anche in tema di processo telematico in vigore dal 25 giugno 2014

(altro…)

Visualizzazioni: (273)

Rettifica del sesso. La sentenza 170/2014 della Corte Costituzionale: un nuovo monito per il legislatore

Articolo di Mariabice Schiavi

downloadLa Corte di Cassazione, chiamata a confrontarsi con gli effetti che la pronuncia di rettificazione di attribuzione di sesso produce su un vincolo coniugale preesistente, ha sollevato la questione di legittimità costituzionale dell’art. 4 della legge 164/1982 nella parte in cui dispone che la sentenza di rettificazione di attribuzione di sesso provoca l’automatica cessazione degli effetti civili del matrimonio.

(altro…)

Visualizzazioni: (169)

Il rinnovo del permesso di soggiorno secondo la Corte Costituzionale e il Consiglio di Stato: una valutazione complessa

Nota a Cons. Stato, Sez. III, Sentenza n. 2694 del 26.05.2014 di Daniele Tramutoli

permesso_soggiornoAttraverso questa recentissima sentenza la Sez. III del Consiglio di Stato puntualizza l’ambito operativo – e i relativi presupposti di applicazione – della normativa in materia di immigrazione di cui al D.lgs. n. 286/1998 (c.d. “T.U. Immigrazione”), con specifico riferimento alla tematica dell’istanza di rilascio e/o rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro subordinato.

(altro…)

Visualizzazioni: (246)

Nessun obbligo di possedere un POS in studio: il Ministero dell’Economia conferma la posizione del Consiglio Nazionale Forense

posNella risposta a interrogazione parlamentare 5-02936 ( On. Causi: Problematiche relative all’obbligo per i soggetti che esercitano attività di vendita di prodotti e di prestazioni di servizi di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito), presentata ieri in commissione Finanze della Camera dei deputati, il Ministero dell’Economia ha confermato l’interpretazione relativa all’articolo 15 del decreto legge Crescita, fornita dal Consiglio Nazionale Forense con Circ. 10-C-2014: pagamenti tramite POS; precisazioni in merito all’art. 15, comma 4, DL. N. 179/2012.

(altro…)

Visualizzazioni: (358)

Torna all'inizio