Torna Francoforte il salone della ripresa, 210 i debutti mondiali – Industria 

ROMA – Conto alla rovescia per la 66ma edizione del Salone dell’auto di Francoforte che martedì accenderà i riflettori su ben 210 debutti mondiali, un terzo in più rispetto all’ultima edizione del 2013, quando il mercato europeo dell’auto era ancora agonizzante. Due anni dopo, invece, grazie anche alle migliori prospettive dell’economia, la domanda sembra ripartita.

Sono mesi che le vendite di auto presentano il segno più ed anche in agosto, mese tradizionalmente piatto, gli analisti di LMC prevedono in Europa occidentale un incremento vicino al 10% e per l’intero 2015 intorno ai 13 milioni di nuove immatricolazioni (+7,5% rispetto al 2014), cifra comparabile ai livelli del 2009. In questo scenario il salone di Francoforte, che il 15 e 16 settembre aprirà in anteprima alla stampa internazionale per poi accogliere dal 17 al 27 settembre il grande pubblico, ha chiamato a raccolta 1.103 espositori provenienti da 39 Paesi (nel 2013 erano l’11% in meno), tra cui i ‘top five’ più rappresentati sono Cina, Corea del Sud, Francia, Gran Bretagna e Italia.E infatti molte delle vedette del Salone tedesco, che si alterna con quello parigino, parlano italiano a cominciare dalla Ferrari 488 Spider, già svelata sul web a luglio ma che ora sarà possibile toccare con mano. Ma l’attesa più grande è per la nuova Giulia Alfa Romeo, già mostrata alla stampa il 24 giugno nella versione Quadrifoglio Verde ma al suo primo test con il pubblico. L’inedita sportiva del Biscione, a cui il gruppo FCA affida la scommessa dello sbarco in Usa, arriverà sul mercato nei primi mesi del 2016 ed e’ il primo tassello del rilancio del brand, per il quale e’ previsto un investimento complessivo pari a 5 miliardi di euro e il lancio di altri sette modelli entro il 2018. Prima passerella a Francoforte anche per la Nuova Fiat 500 e la nuova Lancia Ypsilon. Non sarà invece svelato il nuovo suv della Maserati Levante, il cui lancio è previsto per il 2016. Il salone di Francoforte sarà anche utile per capire la strategia di Marchionne sul fronte delle alleanze, visto che il manager ha sempre sostenuto la necessita’ di un consolidamento del settore.Le altre novità spaziano dalle sportive da sogno come Lamborghini Huracan Spyder, Rolls-Royce Dawn, Porsche 911 Carrera e i suv di lusso targati Jaguar F-Pace e Bentley Bentayga, ai modelli di grande serie più o meno accessibili al portafoglio ma tutti attesissimi, come l’Audi A4, l’Opel Astra, la Volkswagen Tiguan o la Renault Megane, solo per citarne alcuni. Protagonista anche la mobilità elettrica, non a caso Toyota ha scelto proprio il salone di Francoforte per l’anteprima mondiale della nuova generazione della sua ibrida Prius e Nissan svelerà li’ la sua nuova elettrica Leaf. Tema dominante del Salone di Francoforte sarà anche quello dell’auto connessa e della guida autonoma che avrà un’area dedicata, la ‘New Mobility World’, di 30.000 metri quadri.

Sorgente: Torna Francoforte il salone della ripresa, 210 i debutti mondiali – Industria – ANSA.it


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *