Facebook spinge sempre di più sui contenuti editoriali, anche in funzione anti ‘bufale’ online. Il social media da quasi due miliardi di utenti ha annunciato di aver avviato un test per suggerire ai suoi iscritti gli articoli provenienti da fonti diversificate e notizie sottoposte a verifiche, il ‘fact check’, di terzi.

La novità riguarda la funzione degli Articoli correlati, un insieme di suggerimenti che l’algoritmo di Facebook mostra agli utenti dopo che questi hanno letto una notizia su un dato tema.

Il test, spiega la compagnia, consisterà nel mostrare degli articoli consigliati “prima” che gli iscritti aprano una notizia. Tali suggerimenti riguarderanno argomenti di cui le persone discutono sul social. Lo scopo è dare “prospettive e informazione aggiuntive”, nonché notizie verificate. Un modo, insomma, per prevenire la proliferazione di bufale o notizie fuorvianti. Una sorta di antidoto alle “fake news”, piaga del web e dei social in particolare. Per ora si tratta solo di un test, precisa Facebook, ma in base ai feedback che si otterranno è possibile che la funzione sia estesa a tutta la platea di iscritti.