Scacchi: Torneo dei Candidati 2020. Ding Liren batte Caruana nel terzo turno e si rilancia

In un duello tra i due favoriti, il cinese Ding Liren – che ha iniziato con due sconfitte – si è rilanciato nel terzo turno ed ha sconfitto il giocatore numero 2 al mondo, L’Italo-Americano Fabiano Caruana. Questo è stato l’unica partita gioco con un risultato decisivo il terzo giorno del Candidati 2020 al titolo mondiale ed ha riaperto il torneo.

Un giorno prima della prima pausa, ci sono tre giocatori in testa: Ian Nepomniachtchi (Russia), Maxime Vachier-Lagrave (Francia) e Wang Hao (Cina), tutti su 2/3. L’americano Fabiano Caruana e il russo Alexander Grischuk sono a mezzo punto dietro con 1,5 / 3. Anish Giri (Paesi Bassi), Kirill Alekseenko (Russia) e Ding Liren (Cina) hanno un punto dopo tre round.

Ogni partita nei Candidati è fondamentale, ma questo è stato particolarmente vero per Ding Liren nel Round 3. I primi due giorni sono stati impegnativi per il giocatore cinese: ritenuto come uno dei favoriti, ha sorprendentemente perso due partite di fila.

Pochi minuti prima del terzo round, era seduto sulla sua sedia, fissando il tabellone, completamente ignaro del suo avversario che attraversava piano. Dopo che il giocatore cinese ha aperto con d4, Caruana ha optato per la Difesa Slava, una scelta improbabile per lui. Qualche mossa dopo si è verificato il primo momento interessante del gioco: Caruana ha giocato una novità 9 … e5, sacrificando un pedone. L’americano ha fatto questa mossa velocemente (suggerendo che era preparata) e ha lasciato il tavolo. Il giocatore cinese ha avuto una profonda riflessione. Di conseguenza, riuscì a trovare una sequenza accurata di mosse e conservò un pedone in più. Per mantenere l’iniziativa, il Nero (Caruana) sacrificò un’altro pedone, sperando di esporre il re bianco. Ding Liren, tuttavia, era all’altezza del compito: ha gradualmente neutralizzato le minacce del Nero e consolidato il suo vantaggio materiale. Caruana ha continuato a giocare, sperando di creare qualche possibilità, ma senza risultati. Il giocatore cinese – sebbene in difficoltà col tempo di riflessione – ha guidato la sua nave con una mano ferma costringendo l’avversario ad abbandonare.

Questa partita ha rappresentato un traguardo importante per Ding Liren, la cui fiducia sarà rafforzata dopo questa vittoria contro il secondo giocatore al mondo. Nell’intervista post gara ha detto che spera di tornare alla sua forma migliore e tornare in cima al tabellone.

La partita tra Anish Giri (Paesi Bassi) e Maxime Vachier-Lagrave (Francia) si è conclusa con un pareggio. Vachier-Lagrave ha prevedibilmente giocato la sua difesa Grünfeld contro 1.d4 e ha proceduto rapidamente a semplificare la posizione. Il conseguente finale è stato leggermente migliore per il Biancoe, ma ha fornito al francese sufficienti risorse difensive per mantenere la sua posizione. Gli avversari hanno concordato un pareggio alla mossa 30. Questa è stata la prima partita della giornata a finire.

Alexander Grischuk (Russia) ha ottenuto il suo terzo pareggio consecutivo nel torneo, questa volta contro Wang Hao (Cina). Dopo che Grischuk col Bianco ha giocato 1.e4, il giocatore cinese ha optato per la difesa Petrov (conosciuta anche come difesa Russa). Il russo ottenne una posizione leggermente migliore con la coppia degli alfieri e una struttura di pedoni superiore, sebbene i pezzi di Wang Hao fossero molto attivi. Dopo il cambio degli alfieri di campo scuro, Grischuk ha avanzato gradualmente i suoi pedoni sul lato di re ed ha preso il sopravvento. Il GM cinese è stato intraprendente in difesa e alla fine ha raggiunto un pareggio, ma non senza l’aiuto di Grischuk. Essendo in difficoltà col tempo, Alexander ha perso la mossa vincente 34 … Ne4 + che ha permesso a Wang Hao di pareggiare. Ironia della sorte, Grischuk aveva visto questa idea molto prima, ma se ne era completamente dimenticato.

Wang Hao è ora a 2 su 3, mentre Grischuk – con tre pareggi consecutivi – è in 1.5/3.

Kirill Alekseenko (Russia) ha affrontato il suo connazionale Ian Nepomniachtchi. Questa era la prima volta che i due giocavano l’uno contro l’altro.

La posizione sulla scacchiera dopo l’apertura era per lo più pari ma piena di vita: il Nero esercitava una certa pressione sul lato di ree, mentre il Bianco aveva le sue possibilità sul fianco opposto. Alla mossa 20 Alexeenko ha sacrificato uno scambio e ottenuto un compenso, ma la posizione è rimasta quasi pari. Più tardi, sebbene Kirill abbia perso un’occasione quando il Nero ha giocato 25 … g6. Il bianco ha avuto la possibilità di prendere il pedone g6 (26. Bxg6) e lanciare un attacco energico al re nero, che sarebbe stato difficile difendere. Spiegando perché non ha preso il pedone g6, Alekseenko ha detto che stava lottando con il tempo e non è stato in grado di calcolare tutto fino alla fine. Dieci mosse dopo la regina del Bianco penetrava il lato di re nero e il più giovane partecipante alla competizione ha forzato un pareggio con uno scacco perpetuo.

Ian Nepomniachtchi è ora a 2/3 mentre Kirill Alekseenko ha un punto dopo tre rounds.

Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *