Litis.it » Diritto & Attualità a cura dell'Avv. Marco Martini

Relata di notifica “inesistente”? Notifica irregolare, ma esistente

L’omissione del “resoconto” realizza, al più, un vizio sanabile, che non può essere fatto valere dal destinatario: si tratta di un adempimento che esula dal suo interesse

to_be_or_not_to_bePoiché per la notificazione postale diretta degli atti tributari è consentita l’adozione di modalità meno formali rispetto a quelle proprie degli atti giudiziari, la mancata apposizione della relata di notifica comporta mera irregolarità e non già inesistenza della notifica stessa.
Questo, in sintesi, l’insegnamento della Cassazione nella sentenza 15317/2014, ove è stato anche precisato che il vizio in questione non può essere fatto valere dal destinatario, trattandosi di adempimento non previsto nel suo interesse.

Visualizzazioni: (25)

Dare & Avere: due nuove guide su riscossione e rimborsi fiscali

Sul sito delle Entrate, nella sezione dedicata, i vademecum per aiutare i contribuenti nella gestione delle cartelle di pagamento e delle richieste di restituzione

dare_averePagare troppo o troppo poco. Due situazioni con cui spesso i contribuenti si trovano a fare i conti, quando si tratta di imposte. Districarsi fra gli adempimenti e le scadenze non è sempre facile e, proprio per orientare anche i non addetti ai lavori a una corretta interpretazione della loro posizione fiscale, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito istituzionale, nella sezione “L’Agenzia informa“, fresca di restyling, due nuove guide: “Il rimborso delle imposte” e “Cartelle di pagamento e mezzi riscossione coattiva“. I vademecum spiegano, con un linguaggio semplice e chiaro, cosa fare quando si è versato troppo all’Erario e come regolare i rapporti con la società di riscossione, con particolare attenzione alle più recenti novità introdotte dalla normativa.
(altro…)

Visualizzazioni: (29)

Notifica “diretta” o tramite messo: alla posta, ma con regole diverse

La disciplina normativa delinea modalità e tempi da rispettare con attenzione per evitare che venga dichiarata l’inammissibilità della costituzione nel giudizio tributario

notifica-La disciplina della notificazione degli atti del processo dinanzi alle Commissioni tributarie soggiace a una compiuta regolamentazione, rinvenibile negli articoli 16 (quanto alle modalità) e 17 (contenente alcune regole particolari in relazione al luogo in cui effettuare la notifica) del Dlgs 546/1992.
Delle varie modalità possibili, in questa sede viene esaminata – evidenziando gli adempimenti processuali collegati – la notificazione eseguita a mezzo del servizio postale, rispettivamente in via “diretta” (articolo 16, comma 3) oppure “a mezzo… di messo autorizzato dall’amministrazione finanziaria…

(altro…)

Visualizzazioni: (26)

Scritto e parlato nelle professioni legali: profili deontologici e circolazione dei modelli tra Tribunali e CEDU

Convegno a Salerno venerdi 3 ottobre alle ore 9,30 presso l’Aula Parrilli del Tribunale di Salerno organizzato dall’Associazione Nesos. Modera il Dott. Franco De Stefano, Consigliere della SUprema Corte di Cassazione e Direttore  del Centro Studi di Diritto processuale civile “Nesos”

(altro…)

Visualizzazioni: (65)

Concordato preventivo. La valutazione sulla fattibilità del piano compete esclusivamente ai creditori.

Obbligo dei Commissari: consentire un consenso informato da parte dei creditori.

download (12)Compito del commissari giudiziali, nominato in sede di concordato, è quello di mettere i creditori nelle condizioni di esprimere un consenso informato.
A tal proposito è doveroso ricordare che ai sensi dell’ art. 173 L.F. “Il commissario giudiziale, se accerta che il debitore ha occultato o dissimulato parte dell’attivo, dolosamente omesso di denunciare uno o più crediti, esposto passività insussistenti o commesso altri atti in frode, deve riferirne immediatamente al tribunale, il quale apre di ufficio il procedimento per la revoca dell’ammissione al concordato, dandone comunicazione al pubblico ministero e ai creditori”.

(altro…)

Visualizzazioni: (95)

Equitalia – L’iscrizione di ipoteca non preceduta dalla comunicazione al contribuente è nulla

Cassazione Civile Seziomi Unite, Sentenza n. 19667/2014

EquitaliaAnche nel regime antecedente l’entrata in vigore del comma 2-bis dell’art. 77, d.P.R., introdotto con d.l. n. 70 del 2011, l’amministrazione prima di iscrivere ipoteca ai sensi dell’art. 77, d.P.R. n. 602 del 1973, deve comunicare al contribuente che procederà alla predetta iscrizione sui suoi beni immobili, concedendo a quest’ultimo un termine – che, per coerenza con altre analoghe previsioni normative presenti nel sistema, può essere fissato in trenta giorni – perché egli possa esercitare il proprio diritto di difesa, presentando opportune osservazioni, o provveda al pagamento del dovuto.

(altro…)

Visualizzazioni: (222)

Campagna per il diritto alla retribuzione degli specializzandi e degli specializzati “non medici”

A cura dell’Avv. Gianfranco Fidone

images (5)La tematica del diritto alla retribuzione degli specializzandi e degli specializzati “non medici” coinvolge numerosi principi di diritto pubblico e privato, nonchè diritti costituzionalmente sanciti e garantiti: dal diritto allo studio al diritto alla salute, passando al diritto al lavoro ed alla retribuzione ad esso conseguente.

Gli specializzandi “non medici”, difatti, frequentano, a seguito del superamento di un concorso, scuole di specializzazione ove vi è l’obbligo di frequenza giornaliera (nella gran parte dei casi) e svolgono attività lavorativa necessaria per sopperire alle carenze del sistema sanitario-universitario, non percependo alcuna forma di retribuzione né (come è ovvio) contributi previdenziali.

(altro…)

Visualizzazioni: (135)

L’avvio dell’iter concordatario non blocca il sequestro preventivo

La presentazione di un piano di ristrutturazione, la sua approvazione e omologazione non elidono la responsabilità penale del socio unico che non ha versato quanto dovuto

1108210008A seguito di plurime violazioni dell’articolo 10-bis del Dlgs 74/2000, è legittimo il sequestro preventivo nei confronti dell’unico socio di una società per azioni ammessa al concordato preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente dei beni mobili e immobili nella sua disponibilità.
Lo ha affermato la Corte di cassazione, con la sentenza 34110/2014.
(altro…)

Visualizzazioni: (99)

Equitalia. Sempre impignorabile la prima casa – Cassazione Civile, Sentenza 19270/2014

casa_incatenataIl pignoramento della prima casa non può giungere a conclusione, anche se il provvedimento è stato assunto prima dell’avvento della norma che ha introdotto il divieto. Ad affermarlo è la terza sezione civile della Corte di Cassazione, nella sentenza n. 19270/2014, depositata in cancelleria lo scorso 12 settembre.

(altro…)

Visualizzazioni: (409)

Il condono tombale non preclude l’attività di controllo automatizzato

Il perfezionamento della sanatoria garantisce il contribuente soltanto dagli accertamenti, non anche dalla liquidazione delle imposte in seguito a riscontri formali – Corte di Cassazione, Ordinanza n. 17136 del 29/07/2014

controlliLa definizione automatica ex articolo 9, legge 289/2002, non impedisce all’Amministrazione finanziaria il controllo formale della dichiarazione e la liquidazione dell’imposta dovuta, per la quale era, e resta, legittimata a emettere la cartella di pagamento in seguito a controllo automatizzato del modello Unico, ai sensi dell’articolo 54-bis del Dpr 633/1972, per il recupero dell’Iva non versata dal contribuente, nonostante l’intervenuto condono.
Così ha stabilito la Corte di cassazione, con ordinanza n. 17136 del 29 luglio.

(altro…)

Visualizzazioni: (110)

Torna all'inizio