Litis.it » Diritto & Attualità a cura dell'Avv. Marco Martini

Nuovo Codice Deontologico Forense

toga_avvPubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 241 del 16/10/2014 il nuovo Codice Deontologico Forense, gratuitamente scaricabile come allegato pdf qui in basso, alla fine dell’articolo. Attenzione alla pubblicità della propria attività di avvocato attraverso l’utilizzo di strumenti informatici. L’art. 35 prevede che l’avvocato puo’ utilizzare, a fini informativi, esclusivamente i siti web con domini propri senza reindirizzamento, direttamente riconducibili a se’, allo studio legale associato o alla societa’ di avvocati alla quale partecipi, previa comunicazione al Consiglio dell’Ordine di appartenenza della forma e del contenuto del sito stesso.

(altro…)

Visualizzazioni: (38)

Napolitano nomina De Pretis e Zanon nuovi giudici costituzionali

giorgio-napolitanoIl Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con decreto in data odierna ha nominato ai sensi dell’art. 135 della Costituzione, Giudici della Corte Costituzionale la professoressa Daria De Pretis, ordinario di diritto amministrativo nell’Università degli Studi di Trento e il professor Nicolò Zanon, ordinario di diritto costituzionale nell’Università degli Studi di Milano, in sostituzione dei Giudici professor Sabino Cassese e professor Giuseppe Tesauro, i quali cessano dalle loro funzioni il prossimo 9 novembre.

(altro…)

Visualizzazioni: (35)

Processo Ruby, si dimette Tranfa. Era presidente del collegio che ha assolto Berlusconi

709909f0b315f7e73e937a40f37cdd81Il presidente del collegio d’Appello che ha assolto Berlusconi nel cosiddetto processo Ruby, Enrico Tranfa, si è dimesso subito dopo aver firmato le motivazioni della sentenza. Lo ha fatto, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, in dissenso con la sentenza presa a maggioranza con il sì degli altri due giudici. E così, dopo 39 anni di servizio, a 15 mesi dalla pensione, il magistrato ha lasciato anzitempo la toga. Tranfa, 70 anni, in magistratura dal 1975, dal 2012 fino a ieri ha presieduto la seconda sezione penale in Corte d’Appello a Milano.

(altro…)

Visualizzazioni: (45)

IRAP non dovuta per l’attività di Medico di Medicina generale convenzionato con il SSN

CTP Reggio Calabria, sent. n. 254/08/2013

irapIl Ricorrente, di professione Medico di Base, titolare dello “Studio Medico XXXXXX” riceveva la cartella di pagamento contraddistinta con il n. XXXXXX, dell’importo di €=XXXXXX=, emessa da Equitalia Sud S.p.A, Agente della Riscossione per la Provincia di Reggio Calabria su richiesta dell’Ente impositore Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Reggio Calabria – Ufficio Territoriale di Reggio Calabria, per : “CONTROLLO MODELLO IRAP ”. Dichiarazione modello IRAP/2009 presentata per il periodo d’imposta 2008.
Somme dovute a seguito del controllo automatizzato effettuato ai sensi dell’art. 36 bis del D.P.R. n. 600 del 1973 e/o dell’art. 54 bis del D.P.R. n. 603 del 1972. Comunicazione predisposta in data XXXXX con codice atto numero 0XXXXXX. Descrizione ruolo n. XXXXX, reso esecutivo in data XXXXXX.

(altro…)

Visualizzazioni: (49)

Responsabilità civile – Danno biologico per lesioni di lieve entità derivante da da sinistro stradale – Corte costituzionale Sentenza n. 235/2014

cortecostituzionaleLa Corte Costituzionale, dichiarando non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 139 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 (Codice delle assicurazioni private) ha affermato la Legittimità della liquidazione del danno biologico per lesioni micropermanenti inderogabilmente agganciata a valori tabellari che fungono da limiti soglia, con possibilità di aumento non maggiore di un quinto in relazione alle condizioni soggettive del danneggiato.

(altro…)

Visualizzazioni: (324)

Emergenza Stadi. Orlando pone la fiducia in Senato sul DL

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha posto la fiducia in Senato sul decreto Stadi. Il decreto è già stato approvato dalla Camera. Ecco cosa prevede

Foto © Ansa

Foto © Ansa

Dal Daspo di gruppo all’arresto differito, fino alla possibilità per i poliziotti di utilizzare il ‘taser’, cioè la pistola elettrica: l’Aula della Camera ha licenziato con 289 sì, 144 no e due astenuti il decreto legge stadi che ora passa al Senato, dove lo aspetta un esame sprint. Ecco le principali novità contenute nel provvedimento.

(altro…)

Visualizzazioni: (54)

Grillo: “Il M5S porterà gli italiani al referendum sull’euro”

grillo

Foto © Ansa

“La Lega degli euromolli lancia il sasso dell’uscita dall’euro e poi nasconde la mano. Il M5S porterà gli italiani al referendum sull’euro: si può fare, come si spiega in seguito, e lo capirebbe anche Salvini che evidentemente non è informato”. Lo scrive Beppe Grillo sul blog. “Il referendum consultivo si può fare. Per poterlo indire è necessario approvare una legge costituzionale “ad hoc” come avvenuto nel 1989 quando si chiese agli italiani se dare o meno facoltà costituente all’Unione Europea”, si legge nel post.

(altro…)

Visualizzazioni: (80)

Responsabilità dei genitori per fatto illecito del figlio minore

Cassazione Civile, Sez. III, n. 3964 del 19.02.2014

imagesUn minore di anni 16 attraversa sulle strisce pedonali a semaforo rosso e un motociclista lo investe.In sentenza la Corte affronta due aspetti: l’accertamento della responsabilità concorrente delle parti coinvolte nel sinistro stradale e l’accertamento della responsabilità genitoriale ai sensi dell’art. 2048 c.c.
La Cassazione afferma che: ” se è vero che l’inadeguatezza del grado di educazione del figlio minore ben può desumersi dalle stesse modalità del fatto illecito, nel senso che è dato ravvisare culpa in educando non solo quando i genitori non dimostrino di aver impartito al minore l’educazione e l’istruzione consoni alle proprie condizioni sociali e familiari, ma anche quando dalle stesse modalità del fatto si evinca un’educazione di per sé carente (Cass. n. 4395 del 20.03.2012), non è vero il contrario, nel senso cioè, che non è dato escludere la colpa dei genitori sulla base della mera considerazione delle modalità del fatto, in sé non particolarmente grave, perché un opzione di tale genere condizionerebbe la sussistenza dell’onere della prova liberatoria alla gravità del fatto, il che è estraneo alla lettera e alla ratio legis”.

(altro…)

Visualizzazioni: (119)

No al doppio binario sulle imposte applicate ai redditi da fabbricati

La controversia all’attenzione dei giudici comunitari riguarda il dubbio interpretativo circa il diverso peso tra quello connesso alla rendita catastale e quello da locazione

corte_di_giustizia_europeaIl ricorso da cui trae origine la controversia, approdata dinanzi ai giudici della Corte di giustizia dell’Unione europea, è stato presentato da due proprietari di un immobile, situato nel territorio francese, residenti in Belgio. Nell’anno successivo all’acquisto dell’immobile hanno regolarmente presentato la dichiarazione dei redditi, tenendo conto del reddito legato all’immobile non dato in locazione. A seguito di tale dichiarazione, i due proprietari ricevevano un avviso di rettifica ad opera dell’Amministrazione fiscale belga con cui veniva contestato il reddito da fabbricato indicato. L’avviso in parola era impugnato con ricorso al Tribunale di primo grado ma, in seguito al rigetto, portava a una nuova impugnazione dinanzi, però, questa volta, alla Corte di appello. Secondo quest’ultimo giudice, occorre rilevare che il trattamento riservato al reddito di fabbricato aveva come riferimento la convenzione contro la doppia imposizione tra Belgio e Francia.

Visualizzazioni: (45)

Orlando, sul civile parere positivo da Ue

orlandoll provvedimento sul processo civile l’Italia incassa l’apprezzamento dell’Unione europea. “Per il civile, settore per il quale siamo stati più spesso richiamati dall’Ue, anche perché di intreccio immediato con la crescita, la stessa commissaria alla Giustizia Ue Martine Reicherts ha dato una valutazione positiva delle nostre iniziative, ha parlato di misure coraggiose e di buon senso”, sottolinea il guardasigilli Andrea Orlando a margine del consiglio dei ministri della Giustizia europea, che ha presieduto a Lussemburgo.

Una valutazione, quella di Bruxelles, che Orlando usa per controbilanciare le critiche giunte dal Consiglio superiore della magistratura. “Accanto al parere del Csm, c’è quello positivo ricevuto dall’Ue, che è almeno altrettanto autorevole”. E comunque, evidenzia, c’è tutta la volontà di “collaborare” col Consiglio superiore della magistratura: “Intendiamo ascoltare le indicazioni che arrivano da lì perché ci possono consentire di perfezionare provvedimenti, che però partono da una buona base, come riconosciuto dallo stesso Csm”.

Il ministro ricorda che le critiche hanno riguardato soprattutto “richieste di integrazione, proposte di modifica, una non condivisione sulle ferie dei magistrati”, definendole “una dialettica assolutamente normale”. Del resto, aggiunge, le questioni sollevate dal Csm sono state “in parte superate dagli emendamenti accolti nel passaggio in commissione al senato”.

(altro…)

Visualizzazioni: (47)

Torna all'inizio