Daspo anche per fatti avvenuti lontano dallo stadio

Ai fini dell’applicazione delle misure di prevenzione previste dall’art. 6 della legge 13 dicembre 1989, n. 401, tra le condotte commesse “a causa di manifestazioni sportive”, debbono ricomprendersi anche quelle che, pur se non tenute direttamente in occasione di eventi sportivi, sono ad essi collegati da un rapporto di diretta e stretta causalità.

Questo il principio espresso dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione nella sentenza n. 25055 dello scorso 5 giugno, qui leggibile integralmente. (altro…)

Le Sezioni Unite sdoganano l’uniformità dei giudicati

Nei processi penali a seguito di incidenti stradali le cause civili non sempre vanno sospese. Lo affermano le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione nella sentenza n.  13661 del 21 maggio 2019, qui leggibile integralmente.

(altro…)

Risarcimento microlesioni permanenti. Radiografie non sempre necessarie

Cassazione Civile, Sezione Terza, Ordinanza n. 10819/2019 del 18/04/2019

La rigorosità dell’accertamento dell’effettiva esistenza dei postumi di modesta entità non può essere inteso nel senso che la prova di tali lesioni vada fornita esclusivamente con l’accertamento clinico strumentale. E’ quanto ha stabilito il Supremo Collegio nel’ordinanza n. 10819/2019 qui leggibile integralmente. (altro…)

La nuova Class Action – Legge n. 31 del 12/04/2019

La legge 31/2019 ha esteso la class action a chiunque lamenti una violazione di diritti individuali omogenei. Sostanzialmente si supera il concetto di azione collettiva a favore dei soli consumatori, estendo il campo ma per qualsiasi classe di soggetti, imprese incluse.
La Class Action Sarà esperibile in caso di violazioni contrattuali, responsabilità extracontrattuali, a tutela di interessi collettivi derivanti da medesimi contratti standard e per condotte lesive di diritti fondamentali, quali il diritto alla salute o all’ambiente.

(altro…)

Facebook può essere costretta a rimuovere i commenti identici a quello diffamatorio di cui sia stata accertata l’illiceità

Conclusioni dell’avvocato generale nella causa C-18/18
Eva Glawischnig-Piesczek / Facebook Ireland Limited

Secondo l’avvocato generale Szpunar, Facebook può essere costretta a ricercare e ad individuare tutti i commenti identici a un commento diffamatorio di cui sia stata accertata l’illiceità, nonché commenti equivalenti se provenienti dallo stesso utente Nel caso di specie, il diritto dell’Unione invocato non disciplina la questione se Facebook possa essere costretta a rimuovere i commenti di cui trattasi a livello mondiale. (altro…)

Non punibilità per particolare tenuità del fatto inapplicabile dinanzi al giudice di pace

Corte Costituzionale, Sentenza n. 120/2019 del 03/04/2019

Il Tribunale ordinario di Catania, con ordinanza del 6 marzo 2018, ha sollevato, in riferimento all’art. 3 della Costituzione, questione di legittimità costituzionale dell’art. 131-bis del codice penale, nella parte in cui tale disposizione non è applicabile ai reati rientranti nella competenza del giudice di pace ai sensi dell’art. 4 del decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274 (Disposizioni sulla competenza penale del giudice di pace, a norma dell’articolo 14 della legge 24 novembre 1999, n. 468). (altro…)

Definizione delle liti tributarie: nuovi chiarimenti dell’Agenzia

Le ulteriori precisazioni si riferiscono a diversi aspetti della procedura e sono state sollecitate dai quesiti formulati da uffici territoriali e associazioni di categoria

Definizione agevolata delle controversie pendenti ancora sotto la lente d’ingrandimento dell’Agenzia delle entrate: dopo la n. 6/2019, pubblicata lo scorso 1° aprile, con una nuova circolare (la n. 10/2019), infatti, l’Amministrazione fornisce ulteriori chiarimenti sulla procedura di regolarizzazione prevista dall’articolo 6, Dl 119/2018. (altro…)

Video-Lettera aperta al Garante sul Leak di Visura.it e dell’Ordine degli Avvocati di Roma

Vedi, caro Garante, nel leak di Anonymous Italia del 7 Maggio c’è tutta l’ignoranza di un Ordine che pensa di essere sopra l’impunità..

(altro…)

Notifica Pec: Copia sentenza senza conformità: in Cassazione il ricorso è procedibile

Le sezioni unite sono di nuovo intervenute sulla questione della sanzione dell’“impresentabilità” in caso di notifiche Pec, seguite dal deposito del duplicato analogico della pronuncia impugnata

Non determina l’improcedibilità del ricorso per cassazione il deposito “senza alcuna attestazione di conformità”:
– in caso di mancata notifica della sentenza di secondo grado, di copia della sentenza impugnata estratta dal fascicolo informatico
– in caso di notifica telematica della sentenza di secondo grado, di copia del messaggio Pec ricevuto e dei relativi allegati (tra cui, la sentenza impugnata).
(altro…)

Diritto alla bigenitorialità: no a restrizioni supplementari senza un’adeguata motivazione

Commento a Cassazione Civile, Sezione Prima, Ordinanza n. 9674 dell’8 Aprile 2019 a cura dell’Avv. Maria Elisa Ventriglia

La Corte di Cassazione con l’ordinanza del 8 aprile 2019 n. 9764, ribadendo quanto stabilito in numerose altre decisioni, ha affermato che, quando i genitori si lasciano, il figlio minore ha diritto di godere dell’apporto di entrambi, cristallizzando, ancora una volta, il c.d. “diritto alla bigenitorialita’ ” .

(altro…)

Torna all'inizio