Articoli con tag Equa riparazione

Procedimento amministrativo presupposto ed equa riparazione

imagesIn tema di equa riparazione per superamento del termine di ragionevole durata del processo, ai sensi dell’art. 2 della legge n. 89 del 2001, in relazione all’art. 6, par. l, della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali, non è computabile, ai fini della determinazione della durata complessiva del processo presupposto, il procedimento amministrativo che lo abbia preceduto, anche quando il preventivo esperimento ne sia normativamente prescritto, senza predeterminazione di un termine massimo e lo stesso sia svolto prima dell’entrata in vigore della legge 7 agosto 1990 n. 241 (prevedente all’art. 2 un termine massimo generalizzato, per i casi non regolati da particolari disposizioni, di gg. 30), non partecipando siffatti procedimenti della natura giurisdizionale del processo, che secondo la normativa in precedenza citata è soltanto quello che si svolge davanti ad un giudice;

(altro…)

Equa riparazione. Autonomo indennizzo per il ritardo nel soddisfacimento pretesa già riconosciuta – Cassazione Civile Sezioni Unite Sentenza 6312/2014

Le Sezioni unite hanno enunciato il principio secondo il quale in tema di equa riparazione per violazione della durata ragionevole del processo, in caso di ritardo della P.A. nel pagamento delle somme riconosciute in un decreto “Pinto” esecutivo, l’interessato ha diritto – sia che abbia esperito azione esecutiva per il conseguimento delle somme riconosciutegli sia che si sia limitato ad “attendere” l’adempimento dell’Amministrazione – ad un autonomo indennizzo per il ritardo nel soddisfacimento della sua pretesa, che, tuttavia, può essere fatto valere solo con il ricorso diretto alla CEDU e non con le forme e i termini previsti dalla legge n. 89 del 2001.

(altro…)

Equa riparazione e termine per la notifica del ricorso – Cassazione Civile Sezioni Unite Sentenza 5070/2014

Le Sezioni unite hanno enunciato il principio secondo il quale in tema di equa riparazione per violazione della durata ragionevole del processo, il termine per la notifica del ricorso e del decreto di fissazione dell’udienza alla controparte non è perentorio e, pertanto, è ammessa la concessione di un nuovo termine, perentorio, al ricorrente nella ipotesi di omessa o inesistente notifica del ricorso e del decreto di fissazione dell’udienza.

(altro…)

Equa riparazione al contumacie. La questione alle Sezioni Unite – Cassazione Civile Ordinanza 10013/2013

La Sezione VI–1 ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite con riguardo alla questione – oggetto di contrasto e valutata anche di particolare importanza – relativa alla riconoscibilità di un indennizzo, ai sensi della legge n. 89 del 2001, a favore della parte che lamenti la durata non ragionevole di un giudizio civile, nel quale, pur ritualmente citata, sia rimasta contumace.

(altro…)

Legittimazione attiva all’azione di equa riparazione in capo al Condominio – Cassazione Civile Ordinanza 21062/2012

La Sesta Sezione civile ha rimesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della risoluzione della questione, oggetto di contrasto, relativa alla sussistenza della legittimazione attiva all’azione di equa riparazione in capo al Condominio o ai singoli condòmini, allorché soltanto il primo sia stato parte del giudizio presupposto, con le ulteriori questioni, di massima di particolare importanza, delle (altro…)

Udienza pubblica e non camerale per il procedimento di riparazione per ingiusta detenzione – Cassazione Penale Sezioni Unite Ordinanza 41694/2012

A seguito della sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo del 10 aprile 2012 (caso Lorenzetti c/ Italia), secondo cui anche per la trattazione del procedimento di riparazione per ingiusta detenzione deve procedersi nelle forme dell’udienza pubblica anziché con il rito camerale, le Sezioni Unite Penali hanno dichiarato rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 315, comma terzo, in relazione all’art. 646, comma primo, cod. proc. pen., in riferimento agli artt. 117, comma primo, e 111 Cost, nella parte in cui non (altro…)

Equa riparazione per irragionevole durata dei processi – Competenza territoriale funzionale – Corte Costituzionale, Sentenza n. 117/2012

dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 3, comma 1, della legge 24 marzo 2001, n. 89 (Previsione di equa riparazione in caso di violazione del termine ragionevole del processo e modifica dell’articolo 375 del codice di procedura civile), sollevata, in riferimento agli articoli 3, primo comma, 24, 25, primo comma, e 111, secondo comma, della Costituzione, dalla Corte di appello di Caltanissetta

Corte Costituzionale, Sentenza n. 117 del 10/05/2012

(altro…)

Equo indennizzo per irragionevole durata di una procedura concorsuale – Cassazione Civile, Sentenza n. 17440/2011

Nell’accertare la violazione della garanzia della ragionevole durata del processo in materia fallimentare il giudice deve considerare la complessità del caso attraverso un esame analitico e non con la mera
enunciazione dei vari sub-procedimenti o di altre evenienze processuali per accertare analiticamente quale sia stato il tempo impiegato per portare a conclusione ciascuno dei detti sub-procedimenti, se – in considerazione della obiettiva difficoltà ed alla mole dei necessari incombenti – la durata di ciascun sub- procedimento sia stata ragionevole o meno (altro…)

Equa riparazione. Anche le indagini preliminari contano ai fini della ragionevole durata del processo – Cassazione Civile, Sentenza 15003/2011

La nozione di causa, o di processo, considerata dalla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, cui ha riguardo l’art. 2 della legge 24 marzo 2001, n. 89, si identifica con qualsiasi procedimento si svolga dinanzi agli organi pubblici di giustizia per l’affermazione o la negazione di una posizione giuridica di diritto o di soggezione facente capo a chi il processo promuova o subisca, in tale novero comprendendosi anche quello relativo alla fase delle (altro…)

EQUA RIPARAZIONE EX LEGE 89/01 (LEGGE PINTO) – Consiglio di Stato, Sentenza n. 3492/2011

Consiglio di Stato, Sezione Quarta, Sentenza n. 3492 del 08/06/2011

FATTO e DIRITTO

La Corte d’appello di Lecce, con la decisione epigrafata, condannava il Ministero al pagamento della somma di complessivi € 5.000, 00 in favore della parte ricorrenti, con interessi legali nei termini specificati, oltre al rimborso delle spese del giudizio, generali ed accessorie.

(altro…)

Torna all'inizio