Articoli con tag Iva

Corte Ue, niente esenzione Iva per uso privato-gratuito d’un bene

hqdefaultLa questione controversa presentata alla Corte di giustizia riguarda due cause riunite in funzione della problematica comune del diritto alla esenzione da imposta sul valore aggiunto. A tale proposito, le parti ricorrenti, due società di diritto belga, non hanno visto riconosciuto il diritto alla detrazione dell’Iva versata a monte per la locazione di immobili concessi parzialmente a uso privato ai membri della compagine societaria.

(altro…)

L’Iva si salda prima di Natale. Altrimenti è “omesso versamento” – Cassazione Penale 28945/2013

hqdefaultCon sentenza 8 luglio 2013, n. 28945, la Corte di cassazione ha stabilito che ai fini del reato di omesso versamento dell’Iva, la notifica dell’avviso di accertamento tributario non conta. Il reato si consuma se l’omesso versamento di quanto dovuto, in base alla dichiarazione annuale, si protrae fino al 27 dicembre dell’anno successivo al periodo d’imposta di riferimento.

(altro…)

Iva: la contabilità affidata a terzi non legittima il versamento tardivo – Cassazione Civile sentenza 9558/2013

hqdefaultLa tenuta dei libri “altrove” non consente di posticipare i pagamenti periodici, ma solo di tener conto dell’imposta divenuta esigibile nel secondo mese precedente
(altro…)

Ok al rimborso e detrazione Iva senza la rettifica della fattura – Sentenza Corte di Giustizia Ue C-138/12

277-0-28606_corte-giustizia-ue_tÈ la conclusione a cui è pervenuta la Corte di giustizia Ue nell’ambito di una controversia che vede protagonisti l’Amministrazione fiscale bulgara e una società

(altro…)

Ok a detrazione Iva in assenza di elementi provati d’evasione – Corte di Gustizia Ue Sentenza C-285/11

distesa_di_granoLa domanda di pronuncia pregiudiziale riguarda una singolare fattispecie in cui un soggetto passivo, la parte ricorrente, vede negarsi il diritto al beneficio della detrazione Iva, su una operazione di acquisto di una fornitura di grano, in quanto a conoscenza di un avvenuta evasione dell’imposta. Evasione che si sarebbe verificata a monte o a valle rispetto all’operazione a cui sarebbe stata negata la (altro…)

L’attribuzone di partita Iva a soggetto straniero fa presumere la stabile organizzazione – Cassazione Civile, Sentenza 21380/2012

pollice_verso_2Salvo prova contraria, l’attribuzione a un soggetto straniero della partita Iva fa presumere l’esistenza in Italia di una sua stabile organizzazione. E’ questo il principio ribadito dalla Corte di cassazione con la sentenza 21380 del 30 novembre.

Il fatto – L’Agenzia delle Entrate aveva notificato a una società non residente, in seguito alla sua richiesta di rimborso dell’Iva, un provvedimento di diniego. Ciò, in quanto il possesso di codice fiscale e di (altro…)

Ok a detrazione Iva su acquisto terreno per progetto immobiliare – Corte di Giustizia Ue Sentenza C-257/11

terreno_per_progettoLe norme all’attenzione degli eurogiudici sono gli articoli 167, 168 e 185, paragrafo 2, della direttiva 2006/112/CE, relativi all’imposizione sul valore aggiunto. Nel merito, inoltre, la questione riguarda proprio l’applicazione dell’imposta a una compravendita di terreni e fabbricati per realizzare un progetto immobiliare.

La causa principale – La società ricorrente, dopo aver sottoscritto un (altro…)

Simulare un credito Iva inesistente è sottrazione fraudolenta al fisco – Cassazione Penale Sentenza 45730/2012

Con sentenza n. 45730 del 22 novembre, la Corte di cassazione ha stabilito che il delitto di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, come la simulazione di un credito Iva prima dell’inizio della riscossione, è reato di pericolo e non di danno, sicché, ai fini del perfezionamento, non è richiesta la sussistenza di una procedura di riscossione in atto.

Il fatto – Con ordinanza poi impugnata in sede di legittimità, il competente Tribunale del riesame confermava il decreto con cui il Gip aveva disposto, ai sensi dell’articolo 240 codice penale, il sequestro preventivo dei (altro…)

Interposizione soggettiva in fattura: un serio ostacolo alla rivalsa Iva – Cassazione Civile Ordinanza 19218/2012

In caso di utilizzo di fatture relative a operazioni soggettivamente inesistenti, il diritto alla detrazione dell’Iva si perde anche se la merce oggetto dell’operazione sia stata realmente consegnata e i costi effettivamente sostenuti. In tal caso, infatti, vengono meno i requisiti di certezza circa la qualità del venditore, aspetto che può incidere sulla misura dell’imposta legittimamente detraibile dall’acquirente, e del nesso di inerenza del costo sostenuto. Questa, in estrema sintesi, la decisione della Corte di cassazione contenuta nell’ordinanza 19218 del 7 novembre.

Il fatto – Il ricorso in Cassazione è stato proposto dall’Agenzia delle Entrate avverso la decisione dei (altro…)

No a eccezioni per esenzione Iva su prestazioni sanitarie a domicilio – Corte di Giustizia Ue Sentenza C-174/11

 

 

Il caso all’attenzione degli eurogiudici prende le mosse da una controversia insorta tra il Fisco tedesco e una infermiera professionale sulla dichiarazione dell’imposta sul valore aggiunto

Torna all'inizio