Droga. Anche la cessione di minima quantita’ al minorenne da’ diritto allo sconto di pena – Cassazione SU 35737/2010

Corte di Cassazione
Corte di Cassazione

Cassazione Penale, Sezioni Unite, Sentenza n. 35737 del 05/10/2010

La cessione al minorenne di una minima quantita’ di droga da’ diritto all’applicazione dell’attenuante per i fatti di “lieve entita’”.  Lo sanciscono le sezioni unite penali della Cassazione secondo cui, comunque, la questione deve essere risolta “caso per caso, valutando di volta in volta le circostanze nelle quali la cessione dello stupefacente a minore si realizza”.

 

 Secondo i Supremi giudici l’attenuante della lieve entità puo’ essere riconosciuta in ipotesi di minima offensivita’ penale della condotta.

In questo modo la Suprema Corte – sentenza 35737 – ha bocciato il ricorso della Procura di Campobasso che si era opposta al riconoscimento della lieve entita’ accordato a Domenicantonio R. che, nell’agosto 2001, aveva ceduto 1 grammo di hashish ad un minorenne.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *