Il dispositivo letto in aula prevale sulla motivazione oggetto di stesura successiva – Cassazione Penale, Sentenza n. 44642/2010

Premesso che il tema della patologica diversità tra dispositivo e motivazione va risolto in termini volta a volta diversi, con attenzione alla peculiarità del caso concreto, per verificare l’effettivo contenuto della deliberazione come in ogni caso cristallizzatasi nel momento della sua prima “esternazione”, nel caso di dispositivo letto in esito alla discussione, con separata e successiva stesura della motivazione – motivazione quindi non letta in unitario contesto alla pubblicizzazione del dispositivo –,  il contenuto del dispositivo prevale sempre e comunque, ogni qual volta esso non si appalesi intrinsecamente incoerente ovvero non presenti della parziali omissioni nelle singole determinazioni che conducono alla determinazione della pena che risulta positivamente irrogata, omissioni non colmabili con automatismi ricavabili dall’applicazione al caso concreto della disciplina generale

Acquista il testo integrale della sentenza a soli € 7,50
Cassazione Penale, Sezione Sesta, Sentenza n. 44642 del 20/12/2010

(il documento, in formato Pdf, viene inviata via email subito dopo l’acquisto su server sicuro)

.

(Litis.it, 16 Febbraio 2011)

.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *