Anatocismo. Illegittima la capitalizzazione trimestrale degli interessi effettuata prima del D.Lgs 342/99 – Cassazione Civile, Sentenza 9695/2011

E’ illegittima la capitalizzazione trimestrale degli interessi sui saldi di conto cortrente bancario passivi per il cliente, se prevista da clausole anatocistiche stipulate prima del dec. legisl. 342/99 e della delibera CICR prevista dall’art. 25 comma 2 di tale decreto. Ciò in quanto siffatte clausole, secondo i principi che regolano la successione delle leggi nel tempo, sono disciplinate dalla normativa anteriormente in vigore e, quindi, sono da considerare nulle in quanto stipulate in violazione dell’art. 1283 codice civile, perchè basate su di un uso negoziale, anzichè su di un uso normativo, mancando di quest’ultimo il necessario requisito soggettivo, consistente nella consapevolezza di prestare osservanza, operando in un certo modo, ad una norma giuridica, per la convinzione che il comportamento tenuto è giuridicamente obbligatorio, in quanto conforme ad una norma che già esiste o che si reputa debba fare parte dell’ordinamento giuridico.

La Corte ha anche precisato che l’estratto di conto corrente, benchè certificato ai sensi dell’art. 50 dec. legisl. 1 settambre 1993 n. 385, non costituisce, in caso di contestazione, di per sè prova della entità del credito della Banca.

Allegato Pdf: Cassazione Civile, Sezione Terza, Sentenza n. 9695 del 03/05/2011
(Presidente, Trifone, Relatore, De Stefano)

.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

4 pensieri riguardo “Anatocismo. Illegittima la capitalizzazione trimestrale degli interessi effettuata prima del D.Lgs 342/99 – Cassazione Civile, Sentenza 9695/2011

  • 5 Luglio 2012 in 19:43
    Permalink

    REPUBBLICA ITALIANA LUGLIO 2012
    come mai in Sentenza Cassazione Civile 9695/3/05/2011,…. relatore dott.Franco De Stefano si esprime l’illegittima capitalizzazzione degli interessi se prevista da clausole anatocistiche ante 342/99 e invece nel 2005 il PM.Paola De Lisio/Procura di Salerno-rich.archiviazione nr.644/05/21 ritiene sussistere liceità dell’anatocismo ante 1999 e salva 7 (6+1) banche denunciate per usura dall’Avv.C.Giovine, dai rigori della Legge,…e come mai ben 3 banche che nel 1996-1997 avevano presentato Atti Ingiuntivi/proc.490/97 certificando la fondatezza del credito con saldaconti e non estratti-conto, hanno passato indisturbate i filtri del Tribunale di Salerno nel proc.490/97, facendo carta straccia della Sentenza Suprema Corte di Cassazione Sez.unite nr.6707 del 18 luglio 1994, che toglie ogni incontrovertibile prova alla certezza del credito vantato dalla banca!!!

    COSA E’ SUCCESSO A SALERNO DAL 1996-1997 OVE LE BANCHE HANNO ASSUNTO IL CONTROLLO TOTALE DELL’AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA, FINO AD OGGI LUGLIO 2012,….. cme mai un PM ha salvato 7 banche dai rigori della Legge, e ben 3 banche/proc.490/97 hanno presentato saldaconti illegittimi!!. chi controllava??,…quale obbligo di vigilanza come anche prescritto dalla Corte di Giustizia Europea, hanno assunto i relativi giudici dell’Esecuzione che allora “vigilavano”-o non vigilavano,…. a Salerno???

    CHI HA PUGNALATO ALLE SPALLE LA GIUSTIZIA SPEZZANDOLE IL BRACCIO CHE REGGEVA LA SPADA??
    architetto GIANCARLO PORCINI

    GIANCARLO PORCINI ARCHITETTO
    VIA ROCCHI 71-GAIANO 84084 FISCIANO SA
    CELL.348 0353834 PBX ITALY EUROCOMM
    E X P E R I M E N T A L W O R K
    http://www.giancarloporcini.it email:giangabbiano@gmail.com
    http://www.facebook.com/ http://www.europaconcorsi.it
    (email e telefoni indicati nel sito attualmente non attivi)
    europaprogetti tecnologie&servizi planning service industrial design copyright
    GEOGRAPHICAL GPS COORDINATES 40°45’N, 14°49′ E

    Rispondi
  • 5 Febbraio 2013 in 10:42
    Permalink

    il commento di sopra e’ del 5 luglio, 2012,..mentre il sottoscritto il 14 luglio 2012 protocollava in Procura di Salerno la prova audio-video giustificativa delle anomalie che sono accadute nei dispositivi investigativi del PM di cui sopra ma ancor piu’ della “mutazione genetica” della funzione del giudice Terzo dell’Esecuzione che come affermato in un intervista da un ex Giudice dell’Esecuzione, registrata in CD-ROM e protocollata il 14 luglio 2012 in Procura di Salerno,..affermava il Magistrato alla giornalista che lo intervista,..,….”è una funzione un po diversa,… e cioè è “colui che cerca di dare effettiva tutela al famoso creditore, “… cioè, aggiungo, Banche e Finanziarie che presentano contabilità intrasparenti ed usuraie violando la Legge 108/96 nei Tribunali dello Stato e sfuggendo da decenni ad ogni controllo scrupoloso di vigilanza!!

    A PROPOSITO, DIMENTICAVO,… IL MAGISTRATO CHE IN UN INTERVISTA IN UN CONGRESSO CHE AFFERMA QUESTA MUTATA FUNZIONE DEL GIUDICE TERZO DELL’ESECUZIONE E’ PROPRIO LO STESSO RELATORE DOTT.FRANCO DE STEFANO DELLA SENTENZA DI CASSAZIONE CIVILE DI CUI SOPRA,…
    Cassazione Civile, Sezione Terza, Sentenza n. 9695 del 03/05/2011
    (Presidente, Trifone, Relatore, De Stefano)

    CHE SUCCEDE??,.. NEL TRIBUNALE DI SALERNO, SEZIONE ESPROPRIATIVE EX QUARTA ED OGGI TERZA E’ STATA COLPITA A MORTE LA FUNZIONE TERZA DEL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, TRAMUTATASI IN UN POTENTE DIFENSORE D’UFFICIO DI BANCHE E FINANZIARIE,.. E POI UN PO’ PIU’ A NORD,.. A ROMA IN CASSAZIONE IL RELATORE DOTT.FRANCO DE STEFANO FIRMA UNA SENTENZA CHE COLPISCE L’INTRASPARENZA DELLE BANCHE E FINANZIARIE,..???

    E’ PER CASO IN CORSO UNA GIGANTESCA OPERAZIONE DI LAVAGGIO, DI RICICLAGGIO E DI SBIANCAMENTO DELLE PROPRIE COSCIENZE,……. DELLE PROPRIE RESPONSABILITÀ’… FIN QUANDO LA COSCIENZA DEGLI UOMINI ONESTI DOVRÀ’ SOPPORTARE TUTTO QUESTO PRIMA DI ESPLODERE???

    GIANCARLO PORCINI FEBBRAIO 2013,..

    .

    Rispondi
  • 23 Luglio 2013 in 23:55
    Permalink

    LA SENTENZA DELLE SEZIONI UNITE DI CASSAZIONE 6707/1994 AVEVA GIA’ STABILITO L’INCONSISTENZA PROBATORIA DEL CREDITO VANTATO AI SENSI ART.50 TUB DL 385/93,. E QUINDI IL GIUDICE DOVEVA AGIRE D’UFFICIO SENZA NEMMENO ATTENDERE DISPOSITIVI DI OPPOSIZIONE, POICHE IL CEDITO ERA GIA’ SIMULATO IN SE’!!!
    QUESTA SENTENZA HA DI NUOVO CHE PRESUPPONE IL DISPOSITIVO OPPOSITIVO,.. MENTRE PIU VOLTE LA CORTE DI GUSTIZIA EUROPEA HA INVITATO IL GIUDICE AD AGIRE D’UFFICIO IN CASI DI CLAUSOLE VESSATORIE, SENZA NEMMENO FAR PARTIRE GLI ATTI INGIUNTIVI !!! .. CON Cassazione Civile, Sentenza 9695/2011 SIAMO RITORNATI INDIETRO IN ROTTA DI COLLISIONE CON LA STESSA CASSAZIONE E CON LA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA !!!,.. E LA MAFIA SORRIDE ALLE ASTE GIUDIZIARIE CONTROLLATE DALLA MAFIA !!!

    Rispondi
  • 27 Ottobre 2013 in 19:41
    Permalink

    TUTTE I COMMENTI DI CUI SOPRA LI RIASSUME PERFETTAMENTE IL PROCURATORE DI CASSAZIONE GIUSEPPE MARIA BERRUTI AL LINk
    http://www.corriere.it/opinioni/13_settembre_23/berruti-difficile-difendere-diritti-deboli_6e1484b6-242f-11e3-952d-4ca9735c4400.shtml
    E NE ESTRAGGO UN TESTO DI PRONTA LETTURA,.:

    “IO CREDO, AL DI LÀ DELLA SINGOLA VICENDA, CHE SIA FATALE CHE QUESTA COMPLESSIVA BARBARIE GIURIDICA EVOCHI LO STRUMENTO PENALE, ANCHE PREVENTIVO. E LA PENA CRIMINALE PIÙ DISSUASIVA. NEGLI STATI UNITI DANNO CENTO ANNI DI GALERA AL BANCHIERE INFEDELE. TANTO PER NON CORRERE RISCHI DI BUONA CONDOTTA ED AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI”

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *