AttualitàScienza & Medicina

Un vivaio di stelle nella galassia ‘Uncino’

Un braccio è piegato su se stesso, l’altro si allunga lontano dal nucleo: sono le spirali della galassia NGC 2442, caratteristica per la sua forma asimmetrica, tanto da essere soprannominata ‘Uncino’. E’ stata fotografata da Hubble, il telescopio spaziale gestito dalla Nasa e dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa), e a Terra dal telescopio Mpg, dell’osservatorio europeo meridionale (Eso). Le due diverse panoramiche della galassia visibile dall’emisfero meridionale, nella costellazione del Pesce Volante, mostrano chiaramente sia la forma asimmetrica della galassia sia l’intensa attività stellare che caratterizza uno dei suoi bracci.

In una delle foto, una larga panoramica catturata dal telescopio dell’Eso che riprende la galassia incorniciata da altre galassie più lontane, sono ben visibili numerosi puntini rosa e rossi che brillano nel più allungato dei due bracci. Si tratta, spiegano i ricercatori, dell’idrogeno presente nella regione a intensa formazione stellare che assume questa colorazione a causa dell’interazione con le radiazioni delle stelle neonate. Nel primo piano del nucleo e del braccio più compatto sono invece visibili i flebili resti di una grande stella esplosa come supernova nel 1999.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *