Media: Privacy e informazione al premio Nostalgia di Futuro

277-0-28809_privacy(ASCA) – Roma, 1 dic – Alla quarta edizione del Premio ‘Nostalgia di Futuro’, promosso dall’Osservatorio TuttiMedia, FIEG e dall’associazione Amici di Media Duemila, in ricordo di Giovanni Giovannini, protagonista assoluto dell’editoria italiana, si e’ discusso di privacy, trasparenza e regole nell’era dei Social Media con Antonello Soro, Garante della Privacy, il direttore scientifico di Media Duemila, Derrick de Kerchove, e molti altri esperti e studiosi. Ne da’ notizia Media Duemila.

Ad aprire l’incontro il Presidente Fieg, Giulio Anselmi che ha ricordato la figura di Giovanni Giovannini, appassionato visionario, che gia’ negli anni Novanta aveva previsto il nostro futuro.

Francesco Passerini Glazel, Presidente dell’Osservatorio TuttiMedia, nel suo saluto iniziale, che ha ricordato la nascita dell’Osservatorio, fortemente voluto da Giovannini, ”che studia passato presente e futuro dei mezzi e delle tecnologie che cambiano il modo di fare informazione e la societa”’.

Sulle ombre e le nebbie del nostro tempo il Garante della Privacy, Antonello Soro, ha esposto la problematica del diritto a difendere l’identita’: ”I dati personali sono le tessere di un mosaico che e’ la nostra identita’. Le diverse forme di comunicazione hanno messo in crisi la salvaguardia dei dati personali, questi dati frammentati non appartengono a noi ma ai giganti dell’economia digitale ed anche dell’economia mondiale”.

”Per tutelare la dignita’ del cittadino, la sua liberta’, bisogna considerare la privacy come un valore e non come un costo”, ha concluso Soro. A ricordare nuovamente i che internet ha amplificato esponenzialmente la liberta’ di informazione e’ stato, Antonio Preto – membro per l’Autorita’ per le Comunicazioni, AGCom – che ha sottolineato l’impegno dell’Autorita’ sia nello studio della pubblicita’ in rete online ma anche sugli altri media, per individuare equilibri tra i vari soggetti, sia nello studio sulla protezione della persona digitale, per quanto riguarda il diritto all’oblio ma anche all’utilizzo della Rete, grazie ai software innovativi presentati durante il corso del 2012.

Per il settore televisivo Luisa Todini, consigliere d’amministrazione Rai, ha sottolineato quanto ”l’avvento dei new media ha cambiato il settore degli introiti pubblicitari: e’ un panorama arricchito da nuovi produttori di contenuti, come YouTube, che godono degli incassi dell’industria pubblicitaria”.

Franco Siddi, Segretario del sindacato dei giornalisti italiani – Fnsi, ha posto un forte accento sul crescente bisogno di alfabetizzazione della categoria. ”Abbiamo provato a farne materia contrattuale – ha spiegato – perche’ e’ importante che i giornalisti capiscano come cambia il loro ruolo nel mondo dell’informazione 24 ore su 24”. Inoltre, il Segretario ha illustrato la proposta della Fnsi che prevede un ente bilaterale della formazione e punta alla necessita’ di ”uno Stato piu’ formatore come unica soluzione affinche’ il settore del giornalismo si risollevi dalla crisi che lo ha colpito, unendo l’entusiasmo dei giovani e l’esperienza degli anziani”.

Derrick de Kerckhove ha ricordato che ”siamo in un momento di metamorfosi, in cui la privacy e’ stata a lungo parte dell’uomo letterario, piu’ intimo. Con la trasformazione del linguaggio, attraverso l’elettricita’, si sta creando una situazione comunitaria piuttosto che identitaria. In questa prospettiva la persona digitale si moltiplica su tre dimensioni: uno spazio fisico, uno spazio mentale e uno spazio digitale, che richiedono tutti un trattamento specifico e complementare”.

Il premio Nostalgia di Futuro 2012 ha ricevuto l’adesione del presidente della Repubblica.

http://www.mediaduemila.it/?p=11450.

Fonte: ASCA.it.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *