Sergio Zavoli picchiato e rapinato. “Gli hanno fatto la roulette russa”

zavoli_280xFreeRapina ieri sera nella villa di Sergio Zavoli a Monte Porzio Catone, vicino a Roma. I rapinatori, almeno quattro con il volto coperto e armati di pistola, sono entrati nell’abitazione ed hanno minacciato e picchiato il giornalista che poi è stato rinchiuso in una stanza insieme ad alcuni domestici. I rapinatori hanno portato via una cassaforte.

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Frascati e il Ris che sta eseguendo i rilievi. Il bottino della rapina non è stato ancora quantificato. Zavoli è stato soccorso e portato in ospedale, dove è stato medicato per ferite lievi.

“Quei rapinatori avevano l’accento di cittadini dell’Est Europa e il volto coperto dal cappuccio”. E’ quanto ha riferito Zavoli, assieme ad altre due vittime, agli investigatori dopo la rapina nella villa del giornalista ieri sera intorno alle 19 e 30 vicino Roma.

Zavoli è stato medicato in ospedale dopo aver ricevuto un colpo al volto, forse con il calcio della pistola. I quattro rapinatori hanno estratto la cassaforte dal muro e portato via orologi e monili in oro, per un valore ancora da quantificare. Poi sono scappati probabilmente a bordo di un’auto.

“Gli hanno fatto la roulette russa”
Zavoli, aggredito in casa sua questa notte, “e’ stato legato, picchiato” e “gli hanno fatto una specie di roulette russa per tre volte”. Lo rivela in aula alla Camera Walter Veltroni sottolineando la gravità dell’episodio.

Fonte: RaiNews24


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *