Alonso, puntiamo al podio con due vetture

alonso“Penso dobbiamo migliorare la qualifica, un punto debole rispetto al nostro passo gara. Il nostro obiettivo qui è lottare per finire sul podio”. Così Fernando Alonso, proiettandosi al prossimo Gran Premio della Cina in programma nel weekend.

“Dopo cinque settimane dalla prima gara in Australia – spiega il pilota della Ferrari – abbiamo avuto, così come credo la maggior parte delle squadra, il tempo necessario per realizzare alcuni aggiornamenti e sono ragionevolmente ottimista che quanto abbiamo portato qui dia i risultati che ci attendiamo. Per questo puntiamo al podio, con entrambe le vetture sarebbe ancora meglio”.

L’ultima gara in Malesia ha visto il ritiro dello spagnolo subito dopo il via, ma Alonso non si dice preoccupato “perché nel corso di una stagione in Formula 1 tutti i piloti hanno almeno due o tre ritiri”. “Anche se spero di no – aggiunge il ferrarista – per la legge delle probabilità potrà nuovamente accadermi quest’anno. Dobbiamo essere quindi preparati, ed esserlo anche per cogliere ogni opportunità e cercare di raccogliere il massimo dei punti possibili quando accade ai nostri rivali. E’ stato un peccato quel contatto alla seconda curva, ma per quanto riguarda la sosta o meno ai box, credo che ormai il danno fosse fatto. Adesso cercheremo di essere un po’ più attenti, di avere un po’ più di margine, con la speranza che non accada più”.

Lo spagnolo risponde poi a chi gli offre la possibilità di indicare che il motivo per cui Massa l’ha battuto nelle qualifiche delle ultime quattro gare sia da ricercare in un assetto sulla sua monoposto diverso e più mirato al passo gara: “Non è per questo. Credo – chiarisce Alonso – che stia facendo un lavoro fantastico e stia guidando al cento per cento. Comunque, parlare delle ultime quattro gare è un calcolo strano, che coinvolge gare dello scorso anno e di questa stagione, e le condizioni in qualifica a Melbourne e in Malesia non erano così normali”. “Come ho detto – aggiunge – sta facendo un ottimo lavoro e spero di potermi qualificare davanti a lui in diverse gare quest’anno. Per riuscirci sarà necessario fare un giro fantastico”.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *