Assunzioni fittizie stranieri,32 denunce

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 13 APR – Imprenditori, operai, il titolare di un centro dati, un consulente del lavoro: queste alcune delle figure emerse tra i 32 denunciati dai Carabinieri per concorso in falsita’ ideologica in atto pubblico dopo l’assunzione, fittizia, di 51 stranieri clandestini. Registi della vicenda un imprenditore cinese, l’amministratore di un centro elaborazione dati e un consulente del lavoro. Denunciati anche 29 cinesi per aver chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno dichiarando falso impiego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.