Assunzioni fittizie stranieri,32 denunce

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 13 APR – Imprenditori, operai, il titolare di un centro dati, un consulente del lavoro: queste alcune delle figure emerse tra i 32 denunciati dai Carabinieri per concorso in falsita’ ideologica in atto pubblico dopo l’assunzione, fittizia, di 51 stranieri clandestini. Registi della vicenda un imprenditore cinese, l’amministratore di un centro elaborazione dati e un consulente del lavoro. Denunciati anche 29 cinesi per aver chiesto il rinnovo del permesso di soggiorno dichiarando falso impiego.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *