Capi falsi tolti da inceneritore,denunce

TRIESTE, 13 APR – Tre dipendenti dell’impianto di smaltimento rifiuti di Trieste sono indagati dalla Procura della repubblica per essersi appropriati e aver rivenduto capi di abbigliamento contraffatti destinati alla distruzione. Impiegati presso il termovalorizzatore cittadino, si erano impossessati dei prodotti, sottraendoli dalla fossa dell’inceneritore. Da alcune perquisizioni nelle abitazioni dei tre sono emersi abiti e calzature di marche contraffatte, sottoposti nuovamente a sequestro.

 


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *