Sparatoria al Mit, preso uno degli attentatori della maratona di Boston

Police Officer ShotLa polizia e gli agenti dell’Fbi avrebbero arrestato un uomo sospettato di esssere il responsabile dell’attentato alla maratona di Boston, in cui hanno perso la vita tre persone, tra cui un bambino di otto anni. La notizia e’ stata diffusa dal Boston Globe, che cita agenti ”a conoscenza dello stato delle indagini”.

Un secondo sospettato sarebbe attualmente in fuga dopo uno scontro a fuoco avvenuto nel campus del Massachusetts Institute of technology, nel quale ha perso la vita un’agente di sicurezza del Mit di Boston.

E’ stata accertata la presenza di agenti dell’Fbi in entrambe le operazioni, ma non ci sono ancora conferme ufficiali sul legame dell’operazione con l’attentato di lunedi’.

Due uomini armati hanno ucciso nella notte italiana un agente di polizia al Massachusetts Institute of Technology, il prestigioso Mit, innescando una caccia all’uomo.

A Watertown, il quartiere alle porte di Boston, dove e’ in corso un’operazione di polizia e agenti federali a caccia degli attentatori della maratona, un uomo con le mani legate viene interrogato dalla polizia sul retro di un’ambulanza. Lo riferisce il Boston Globe, il quotidiano che ha dato anche la notizia secondo cui e’ stato catturato uno dei sospettati di aver piazzato le bombe, lunedi’ scorso; un altro dei sospetti invece rimane alla macchia.

I sospetti impegnati nello scontro con la polizia a Watertown, un sobborgo di Boston, avevano con se’ bombe-pentola a pressione e hanno tentato di scagliarle contro gli agenti ma gli ordigni non hanno raggiunto il bersaglio. Lo riportano testimoni.

Il campus Mit si trova a 15 minuti di macchina di Watertown. Oltre 100 agenti sono sul posto impegnati nell’operazione. La polizia aveva risposto in massa alla sparatoria nel Mit.

Un altro sospettato per la sparatoria di stanotte al Mit di Boston è in fuga e la polizia gli sta dando la caccia. Non è chiaro se in precedenza siano stati fermati un sospetto o due. Secondo testimoni, uno dei sospetti a bordo di un Suv è scappato attraverso i cordoni di polizia dirigendosi a ovest.

La sparatoria è avvenuta intorno alle 22.30 ora locale fuori da un edificio del Mit, spiega il portavoce della polizia dello Stato del Massachusetts, Dave Procopio. L’agente raggiunto dagli spari, che non è stato identificato, è stato prima portato in ospedale, e lì dichiarato morto. Il Mit aveva scritto sul suo sito che la polizia stava setacciando il campus di Cambridge e ha invitato gli studenti a non uscire fino a successivi avvisi. Alle persone è stato inoltre chiesto di stare lontane dallo Stata Building, un edificio usato per varie funzioni dove si trovano diversi uffici di facoltà, classi e un’area comune.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *