Continua offensiva contro il motore di ricerca Google

Google revenues grow 36 per centGoogle nel mirino di attacchi incrociati. Al di la’ dell’affondo europeo e della lobby esercitata su Washington, anche a livello statale l’offensiva contro il motore di ricerca continua. La Motion Picture Association of America, l’industria di Hollywood, e organizzazioni appoggiate da Microsoft, Expedia e Oracle stanno facendo pressione sui procuratori generali dei singoli stati americani per spingere casi contro Google. Lo riporta il New York Times.


Il quotidiano della Grande Mela sottolinea che i procuratori generali hanno un’ampia autorità per indagare su aziende con pratiche che possono causare danni ai consumatori. L’obiettivo dell’industria cinematografica è limitare la distribuzione di beni piratati. Per Microsoft ogni limite imposto a Google potrebbe aiutare Bing.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *