Ristrutturazione palazzo e vizi nell’opera appaltata

Se l’impresa che ha ristrutturato il palazzo riconosce l’esistenza di vizi nell’opera appaltata nasce una nuova obbligazione risarcitoria con termine di prescrizione decennale, mentre diventano irrilevanti i termini previsti dall’articolo 1667 o 1669 c.c.

di Giuseppe Bordolli (Diritto.it)

https://www.diritto.it/se-limpresa-che-ha-ristrutturato-il-palazzo-riconosce-lesistenza-di-vizi-nellopera-appaltata-nasce-una-nuova-obbligazione-risarcitoria-con-termine-di-prescrizione-decennale/


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *