Consente di assolvere, tramite modello F24, il pagamento del tributo dovuto in relazione alle fatture, agli atti, ai libri e ai registri emessi o utilizzati durante l’anno
documenti_fiscaliCon risoluzione n. 106/E del 2 dicembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo “2501”, denominato “Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – articolo 6 del decreto 17 giugno 2014”.Il neo codice consente il versamento, mediante il modello F24, con modalità esclusivamente telematica, dell’imposta di bollo sui documenti informatici rilevanti ai fini tributari, come previsto dall’articolo 6 del decreto 17 giugno 2014del ministero dell’Economia e delle Finanze. Lo stesso provvedimento stabilisce che il pagamento del tributo relativo ai documenti emessi o utilizzati durante l’anno deve avvenire in un’unica soluzione, entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio.

Il codice deve essere esposto nella sezione “Erario” dell’F24, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”; nel campo “anno di riferimento”, va inserito l’anno d’imposta per cui si effettua il versamento.

 

r.fo., Fiscooggi.it