Con la sentenza del Tribunale di Salerno – Giudice Onorario dott.ssa Lucia Cammarota – n. 3016 del 23.08.2018 viene applicato, per la prima volta, il principio espresso nell’ordinanza della Cassazione n. 29810 del 12.12.2017. Nella richiamata sentenza è precisato che “la tutela effettiva per il contraente debole sotto il profilo concorrenziale trova il suo fondamento nei principi fondamentali, comunitari e costituzionali“. E dunque, che “Se è vero che qualsiasi forma di distorsione della competizione di mercato, in qualunque modo essa venga posta in essere, costituisce comportamento rilevante per l’accertamento della violazione dell’art. 2 della normativa antitrust, è inevitabile concludere che l’intero portato, a valle di quella distorsione, debba esser assoggettato alla severa scure della nullità”.

Allegati Pdf: