Avvocati a congresso a Roma: “Mai così poveri”

Avvocati da oggi a congresso nazionale (il decimo) a Roma, per denunciare una precarietà e una povertà,a loro dire, senza precedenti. “L’Avvocatura – è scritto nella presentazione delle assise forensi- vive un momento difficile. I dati del 2010 dicono che il 37,5 per cento degli avvocati iscritti alla Cassa forense registra un reddito medio annuo inferiore ai 16 mila euro, meno di 1.300 euro al mese. Un trend ancora peggiore si riscontra se si guarda alla situazione di tutti gli avvocati registrati agli Albi: il 50 per cento dei professionisti guadagna meno di 16 mila euro all’anno”.

“Da una parte un presente incerto, dall’altra un futuro minacciato dai recenti interventi governativi che minano l’autonomia economica e gestionale delle Casse privatizzate, che ancora vengono inquadrate al pari di un’amministrazione pubblica, salvo poi non chiedere un soldo allo Stato per sostenere i propri bilanci”, si lamentano ancora gli avvocati.

“Il decimo congresso nazionale sarà un’occasione – è sottolineato- per parlare di professione forense, autonomia delle casse private, investimenti del patrimonio e servizi assistenziali, celebrando con l’occasione i sessant’anni dall’istituzione dell’Ente. Nel corso del Congresso non mancheranno gli interventi di rappresentanti delle Istituzioni e della politica”. Questa mattina interverrà il Presidente del Senato della Repubblica, Renato Schifani.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *