Giustizia: Schifani, 9 mln giudizi pendenti peso non accettabile

Bari, 24 nov. (Adnkronos) – “I nove milioni di giudizi penali e civili pendenti all’inizio del 2012 costituiscono un peso non accettabile e non ci pongono al passo con i tempi. Ogni modifica che tenda alla deflazione del contenzioso va quindi accolta con favore, purche’ sia equa e conforme ai dettati della nostra carta costituzionale”. Lo ha detto il presidente del Senato Renato Schifani intervenendo al 31° congresso nazionale forense che si chiude oggi a Bari.

La seconda carica dello Stato in alcuni passaggi del suo intervento e’ stato applaudito dalla platea che aveva riservato un atteggiamento meno favorevole sia al vicepresidente della Camera Antonio Leone nei giorni scorsi e stamane al vicecapogruppo del Popolo della liberta’ al Senato Gaetano Quagliariello.

“Non vorrei che, invece, la riduzione del carico della giustizia fosse il frutto dell’abbandono da parte dei cittadini della volonta’ di ottenere giustizia, causato dallo sconforto per i tempi di attesa. Sarebbe una sconfitta storica che non potremmo accettare. Abbiamo il dovere di garantire giustizia”. Inoltre Schifani ha detto di desiderare “fortemente che gli avvocati piu’ giovani o coloro che si apprestano ad intraprendere la professione non vengano penalizzati da adempimenti o oneri superiori alle loro possibilita’ economiche”.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *