“Legge 219/2012, i figli sono tutti uguali” – Convegno a Salerno

“Come ogni anno l’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia- Avvocati di Famiglia- rappresentato a Salerno dall’avv. Maria Teresa de Scianni, ha organizzato un convegno avente ad oggetto un argomento di grande attualità e, per certi versi, oggetto di riflessioni e discussioni tra “gli addetti ai lavori” ma anche tra la gente comune.

Quest’anno si parlerà della legge 219/2012, delle norme sulla filiazione e sulla parità oggi riconosciuta tra tutti i figli, legittimi, naturali e adottivi, e quindi del decreto legislativo che ha confermato le novità introdotte dalla legge e che entra in vigore proprio il 7 febbraio prossimo.

Ospiti dell’Osservatorio saranno il prof. Michele Angelo Lupoi, docente processualista presso l’Università di Bologna, grande cultore della materia e firma autorevole di molti articoli e riviste giuridiche; l’avv. Gianfranco Dosi, presidente Nazionale dell’Osservatorio, avvocato e professionista molto apprezzato e di grande carisma. Nel pomeriggio gli interventi si apriranno con il dr. Antonio Marziale, sociologo molto noto in quanto presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e più volte presente sulle reti della TV nazionale e privata a difesa e tutela dei minori e, più in generale, dei figli;  chiuderà la serie degli interventi l’avv. Emilia Natale, associata della sezione di Salerno dell’Osservatorio e soprattutto esperta di Diritto di Famiglia Comunitario, che parlerà della tutela dei figli nei paesi della Comunità Europea.

La presidente di Salerno, avv. de Scianni, commenterà i vari interventi e darà spazio al dibattito a chiusura di entrambe le sezioni, quella della mattina e quella della sera.

Sarà sicuramente un incontro interessante e ricco di grandi spunti, di notevole valenza giuridica e soprattutto di stimolo per riflessioni e approfondimenti utili ai colleghi avvocati  giovani e meno giovani cui  sarà il caso di non mancare.”

convsa


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *