L’Agenzia regala i pc dismessi: gara nazionale, richieste via Pec

computer-2Priorità, in fase di aggiudicazione, agli istituti scolastici statali e paritari degli enti locali; a seguire, le pubbliche amministrazioni e, ancora dopo, enti e organismi non-profit

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito unbando per devolvere, a titolo gratuito, apparecchiature informatiche, perfettamente funzionanti, ma non più utilizzabili per le proprie attività istituzionali.

Possono partecipare all’assegnazione, in ordine di priorità, istituti scolastici statali e istituti scolastici paritari degli enti locali, altre amministrazioni pubbliche e, in ultima battuta, enti pubblici e privati rientranti in una delle seguenti categorie:
– organismi di volontariato di protezione civile iscritti negli appositi registri, operanti in Italia e all’estero a fini umanitari
– associazioni ed enti senza fini di lucro iscritti nell’apposito registro associazioni
– fondazioni e altre istituzioni pubbliche o private con personalità giuridica, senza scopo di lucro
– associazioni non riconosciute dotate di un proprio statuto da cui emerga chiaramente l’assenza di finalità lucrative
– istituti scolastici paritari privati
– altri enti e organismi che svolgono attività di pubblica utilità.

La richiesta di partecipazione dovrà essere inviata esclusivamente tramite un messaggio di posta elettronica certificata, con oggetto AE2015, alla casella cessionigratuite@pec.agenziaentrate.itentro le 12 del prossimo 27 febbraio. Chi non è provvisto di Pec, potrà trasmettere la richiesta utilizzando l’indirizzo di posta elettronica certificata di un altro soggetto (privati cittadini, Comuni, commercialisti) o il servizio erogato gratuitamente ai cittadini.

La domanda andrà predisposta tramite l’applicazione on line “Phoenice”. Al termine dell’inserimento dei dati, l’applicazione genererà il file phoenice.xml che, una volta scaricato, dovrà essere inviato, senza essere rinominato, a mezzo posta elettronica certificata. L’Agenzia fa sapere che non saranno accettate richieste pervenute in forma diversa dalla Pec o senza l’allegato previsto.

A parità di soddisfazione dei criteri di priorità, la graduatoria sarà ordinata mediante sorteggio basato sull’estrazione del lotto del 28 febbraio 2015.
A tal fine, al momento della formulazione della domanda, sarà necessario indicare tre numeri diversi compresi tra 1 e 90; una quarta cifra sarà generata automaticamente dall’applicativo, a partire dal codice fiscale del richiedente. I quattro numeri saranno confrontati con i primi quattro tirati fuori sulla “ruota nazionale” nel sorteggio del 28 febbraio 2015. Chi si sarà avvicinato di più a questi ultimi, presi nell’ordine, avrà il posto migliore in graduatoria.
La graduatoria sarà pubblicata e consultabile sul sito dell’Agenzia, seguendo dall’home page il percorso Amministrazione trasparente → Bandi di gara e contratti → Avvisi e bandi di gara → Procedure telematiche per la dismissione di apparecchiature informatiche. Gli enti beneficiari saranno comunque informati via Pec sul luogo e la data dove effettuare il ritiro, che sarà a loro carico.

Per ulteriori informazioni, si può scrivere all’indirizzo entrate.ae2015@agenziaentrate.it, entro il prossimo 25 febbraio.

r.fo.. Fiscooggi.it


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *