Legislazione

Studi di settore, ciao: il futuro è negli “indicatori di compliance”

cambia_verso_intIl nuovo strumento si baserà sull’attività prevalente svolta e assegnerà un grado di affidabilità che scaturisce da una elaborazione statistico-economica dei dati dichiarati dal contribuente

Lo studio di settore cambia volto e diventa un indicatore di “compliance”. Si può riassumere così il profondo restyling, che assume a tratti la portata di un’autentica rivoluzione, a cui sarà sottoposto lo strumento presuntivo del Fisco dedicato al reddito d’impresa e di lavoro autonomo, secondo le novità presentate oggi dal Mef ad associazioni di categoria e ordini professionali alla riunione della Commissione degli esperti degli studi di settore, presso la sede della Sose (Soluzioni per il sistema economico spa).
(altro…)

Una proposta di legge sulla ‘gestazione per altri’

gestazione-per-altri-guida-asrmArticolo del Prof. Pancrazio Caponetto

L’Associazione Luca Coscioni che si batte per la libertà di ricerca scientifica ha presentato una proposta di legge per legalizzare la gestazione per altri, chiamata in modo dispregiativo “utero in affitto”. Nell’articolo 1 si specifica cosa si intende per gestazione per altri. Essa avviene nel caso di una donna che “volontariamente e liberamente ospita nel proprio utero fino al termine della gravidanza, un embrione prodotto attraverso le tecniche di fecondazione in vitro e che, prima dell’inizio della gestazione, si è impegnata con atto irrevocabile, da sola o unitamente alla persona con cui è sposata o è convivente, a partorire il figlio del genitore o dei genitori e rinunciare a qualsivoglia diritto genitoriale sul bambino che nascerà.”

(altro…)

Nuovo redditometro: aggiornati gli indici di capacità contributiva

redditometroLe uniche spese statistiche utilizzabili per la ricostruzione sintetica del reddito sono quelle per “elementi certi”, legate al possesso di beni noti al Fisco, come case e veicoli

***

Ufficialmente fuori dal redditometro le medie Istat che l’Agenzia delle entrate, dopo il parere del Garante per la privacy del 21 novembre 2013, aveva già “accantonato” (vedi circolare 6/2014).

A sancirlo, il decreto Mef 16 settembre 2015, pubblicato sulla G.U. di venerdì 25, che individua le regole applicative dello strumento accertativo a partire dall’annualità 2011.

(altro…)

Patent box: prossimo alla G.U. il Dm con le modalità applicative

patent-boxLa disciplina prevede una tassazione agevolata per i redditi derivanti da opere di ingegno: brevetti, marchi, software protetti da copyright, disegni e modelli giuridicamente tutelati

La legge di stabilità 2015 (articolo 1, commi da 37 a 45, legge 190/2014, come modificati dall’articolo 5 del decreto legge 3/2015) ha introdotto nel nostro ordinamento tributario un nuovo regime fiscale di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo, diretto e indiretto, dei beni immateriali (intangibles), denominato patent box.

(altro…)

Le nuove disposizioni sul processo civile telematico

foroeu

D.L. n. 83/2015 in Gazzetta Ufficiale n. 147 del 27/6/2015 – Video news giuridiche a cura della web-tv foroeuropeo. il deposito telematico degli atti introduttivi nel tribunale e nella corte di appello – nuovi poteri di certificazione – come attestare la conformità di un documento. (altro…)

Jobs act: congedi parentali fino a 12 anni dei figli e ferie solidali

famiglia_ansa.jpg_1064807657Via libera definitivo alle novità sul congedo parentale con l’estensione da 3 a 6 anni e da 8 a 12 anni di età del bambino dell’arco temporale entro cui mamme e papà possono beneficiarne di un periodo retribuito al 30% e di quello non retribuito. Ok finale anche sulle nuove tipologie contrattuali, con l’addio ai co.co.pro dal 2016. Il Consiglio dei ministri ha approvato gli ultimi decreti attuativi del Jobs act, dando per questi due dlgs l’ultimo sì, mentre per i restanti quattro un primo ok. Tra questi, il riordino degli ammortizzatori sociali con la stretta per la cig, la cui durata massima viene fissata a 24 mesi, che possono salire a 36 mesi se abbinati ai contratti di solidarietà.

(altro…)

Ok definitivo dal Parlamento. Il divorzio breve è legge

VIA LIBERA SENATO A DIVORZIO BREVE, ORA TORNA ALLA CAMERASi accorciano i tempi per chi vorrà porre fine al proprio matrimonio. La Camera (398 sì, 28 no e 6 astenuti) ha approvato il divorzio breve. Il che significa che non saranno più necessari 3 anni per dirsi addio, come previsto dalla riforma della legge Fortuna-Baslini, ma solo 6 mesi, se la separazione è consensuale, e al massimo un anno se si decide di ricorrere al giudice. “

(altro…)

Divorzio breve: in Aula alla Camera il 21 aprile

downloadDivorzio breve: si stringono i tempi per il via libera delle nuove norme. La commissione Giustizia della Camera ha approvato ieri, senza modifiche il provvedimento in materia che sarà in Aula dal 21 aprile. Il testo prevede l’accorciamento da tre a un anno del tempo necessario per chiedere il divorzio dopo la separazione. Il tempo si riduce a sei mesi nel caso di separazione consensuale, anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale.

(altro…)

Tortura: via libera della Camera al Ddl, il testo torna al Senato

Camera: votazioni alle proposte di leggeIl Via libera della Camera al ddl sul reato di tortura (approvato con 244 sì, 14 no e 50 astenuti) avvicina l’ordinamento italiano all’introduzione di questo nuovo delitto, che tuttavia diverrà legge solo fra diverse settimane visto che il testo tornerà al Senato. Dal ministro della giustizia Andrea Orlando un appello finale in aula con la richiesta di un voto “il più ampio possibile per andare a Strasburgo con un risultato non del governo ma di tutto il Parlamento”.

(altro…)

Uffici e box, sotto 100.000 euro si vendono con avvocato

vendesiTrentadue articoli, cinque relazioni tecniche (come richiesto dalla legge) per un totale di 91 pagine. Questo il dossier del Ddl Guidi sulla concorrenza che, dopo la firma del Presidente della Repubblica, sarà incardinato in Parlamento, probabilmente alla Camera, entro la prossima settimana. Approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 20 febbraio la “lenzuolata” del ministro Guidi ha impiegato 48 giorni per trovare la stesura definitiva da consegnare all’esame del Parlamento.

(altro…)