Articoli con tag Accesso agli atti

Diniego di accesso alla dichiarazione dei redditi del controinteressato – Consiglio di Stato, Sentenza 5847/2012

Il diritto di accesso deve prevalere sull’esigenza di riservatezza di terzi quando esso sia esercitato per consentire la cura o la difesa processuale di interessi giuridicamente protetti e concerna un documento amministrativo indispensabile a tali fini, la cui esigenza non possa essere altrimenti soddisfatta. Tale diritto per essere riconosciuto ha bisogno della dimostrazione che vi sia una “rigida necessità” e non una (altro…)

Diniego accesso ai documenti concorsuali – Consiglio di Stato Sentenza n.5764/2012

In tema di trasparenza dell’azione amministrativa, va ricordato come l’accesso ai documenti amministrativi, regolato dagli art. 22 e 25 della legge 7 agosto 1990 n. 241, sia esercitabile da chiunque vi abbia interesse, indipendentemente da ogni giudizio sull’ammissibilità o fondatezza della domanda giudiziale proponibile sulla base dei documenti acquisiti proprio mediante l’accesso.
Nell’actio ad exhibendum di cui all’art. 25 della legge n. 241 del 1990, la disciplina regolamentare interna in materia di accesso, ove si riveli in contrasto con la suddetta legge e col suo regolamento governativo attuativo (approvato con il d.P.R. 27 giugno 1992 n. 352), non sia . (altro…)

Diniego accesso a documenti scolastici – Consiglio di Stato Sentenza n. 5752/2012

sul ricorso numero di registro generale 4229 del 2012, proposto da:
XXX e YYY, in proprio e quale esercenti la potestà genitoriale sul minore ZZZ, rappresentati e difesi dagli avv. Mariarosa Platania e Gigliola Mazza Ricci, con domicilio eletto presso Gigliola Mazza Ricci in Roma, via di Pietralata 320/D/8;
contro
Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca in persona del Ministro in carica, rappresentato e difeso

(altro…)

Diniego accesso e rilascio copia di cartella clinica. Risarcimento danni – Consiglio di Stato – Sentenza n. 5714

E’ ’inammissibile la domanda risarcitoria formulata in via generica ed astratta poiché, anche se rivolta ad ottenere un ristoro da stabilirsi in via equitativa, ciò non esime l’istante dall’ indicare le componenti essenziali del fatto che si qualifica come illecito e, segnatamente, il rapporto di casualità nel contingente fra il comportamento omissivo dell’amministrazione in materia di accesso ed il danno che si afferma sofferto nella sfera morale

Consiglio di Stato, Sezione Terza, Sentenza n. 5714 del 13.11.2012

Sul ricorso numero di registro generale 4132 del 2012, proposto da G.G, rappresentata e (altro…)

Precluso l’accesso agli atti defensivi dell’Amministrazione coinvolta nel giudizio – Consiglio di Stato, Sentenza n. 4769/2011

E’ precluso, trattandosi di atti che afferiscono all’esercizio del diritto di difesa in relazione a un contenzioso ancora pendente, l’accesso alla documentazione riguardante la decisione dell’Amministrazione di rinunciare all’impugnazione della quasi totalità dei capi di una sentenza sfavorevole, impugnata solo parzialmente con ricorso in sede di legittimità. Così ha concluso, sul solco di un orientamento consolidato, il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 4769 del 10 agosto 2011, sul rilievo che, in tali casi, nonostante la formazione del giudicato sui capi della sentenza non (altro…)

L’accesso ai documenti non compendia anche l’obbligo di un facere a carico dell’Amministrazione – Consiglio di Stato, Sentenza n. 3529/2011

Non è accoglibile la richiesta di accesso agli atti che sia collegata alla presupposta adozione di atti amministrativi dal momento che l’accesso ai documenti non compendia anche l’obbligo di un facere a carico dell’Amministrazione. Nella specie la richiesta di accesso fatta dall’Associazione di consumatori era collegata alla istanza rivolta all’ANAS di adottare, sia un provvedimento di declassamento di due arterie da autostrade a strade extraurbane, sia un provvedimento che esonerasse gli automobilisti dall’obbligo (altro…)

Inammissibile l’istanza di accesso per un controllo generalizzato su come ha operato la pubblica amministrazione – Consiglio di Stato, Sentenza 3457/2011

Non sono ammissibili le istanze di accesso preordinate ad un controllo generalizzato dell’operato delle pubbliche amministrazioni ed in tali casi il diniego – o il silenzio rifiuto – dell’amministrazione è conforme al disposto dell’art. 24 comma 1 lett. c), della l. n. 241 del 1990. Nel caso in esame, l’istanza di accesso era stata avanzata alla Regione Calabria al fine di conoscere i dati relativi ai centri di costo ed ai fattori produttivi che erogano prestazioni di laboratorio al fine di prendere visione di tutti i dati sulla scorta dei quali viene (altro…)

ACCESSO A DOCUMENTI RELATIVI A INDIRIZZI PRIVATI DI INVALIDI SOTTOPOSTI A VISITA – Consiglio di Stato, Sentenza n. 3431/2011

Le Commissioni di verifica di 2° grado e le Commissioni mediche superiori, istituite presso i Centri medico legali dell’I.N.P.S., esercitano funzioni in precedenza esercitate dalle Commissioni sanitarie provinciali, sicché l’obbligo di trasmissione all’A.N.M.I.C. degli elenchi dei nominativi dei soggetti assoggettati a visita medica, imposto dall’art. 8, comma 4, l. 30 marzo 1971, n. 118, a carico delle pregresse Commissioni Provinciali, non può non valere anche per tali Commissioni. La ratio di tale obbligo di trasmissione consiste nell’esigenza, ritenuta meritevole di (altro…)

DINIEGO ACCESSO AGLI ATTI RELATIVI ALLA COMPOSIZIONE DELLE COMMISSIONI DI COLLAUDO – Consiglio di Stato, Sentenza n. 3403/2011

Consiglio di Stato, Sezione Quarta, Sentenza n. 3403 del 06/06/2011

FATTO e DIRITTO

L’ing. Francesco Sabato veniva nominato, nell’ambito degli interventi per la salvaguardia di Venezia e della laguna veneta, presidente della commissione di collaudo in corso d’opera con specifico riferimento all’intervento relativo alla c.d. “WBS” Bocche di Lido – San Nicolò.

(altro…)

Accesso agli atti ed individuazione dei controinteressati – Consiglio di Stato, Sentenza n. 3190/2011

Ai sensi dell’art. 22, comma 1, lett. c), legge n. 241/1990 (come sostituito con la legge n. 152005) per “controinteressati” in materia di accesso devono intendersi “tutti i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dall’esercizio dell’accesso vedrebbero compromesso il loro diritto alla riservatezza”. Prima dell’avvento di tale norma, la giurisprudenza tendeva a considerare come controinteressati tutti i soggetti determinati cui –semplicemente- si riferissero i (altro…)

Torna all'inizio