DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – ABUSO D’ATTI D’UFFICIO – Cassazione Penale, Sentenza n. 37775/2010

DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – ABUSO D’ATTI D’UFFICIO – DIPENDENTE DI POSTE ITALIANE S.P.A. ADDETTO AL C.P.O. – INCARICATO DI PUBBLICO SERVIZIO – REATO – SUSSISTENZA

La Corte ha affermato che il dipendente di Poste Italiane s.p.a. addetto ad una struttura di accettazione della corrispondenza deve ritenersi incaricato di pubblico servizio, con la conseguenza che lo stesso commette il reato di abuso d’atti d’ufficio qualora invii indebitamente alla rete pubblica di distribuzione, in violazione di quanto disposto dal d. lgs. 22 luglio 1999, n. 261, corrispondenza priva della richiesta affrancatura.

Sentenza n. 37775 del 7 ottobre 2010 – depositata il 22 ottobre 2010
(Sezione Sesta Penale, Presidente G. De Roberto, Relatore L. Lanza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.