Melania Carmela Rea. Su siringa niente Dna della donna ne’ del marito

Carmela Melania Rea

Gli esami scientifici hanno rivelato che non ci sono il Dna di Carmela Melania Rea né quello del marito Salvatore Parolisi sull’involucro esterno della siringa trovata infilzata nel cadavere della donna. E neppure sul laccio emostatico recuperato accanto al corpo della giovane mamma assassinata. Sono invece in corso gli esami sulle tracce di liquido misto a sangue all’interno della siringa.  Sono queste, stando a indiscrezioni, le prime conclusioni cui sono giunti i carabinieri del Ris, che hanno analizzato i due oggetti repertati nel bosco di Ripe di Civitella (Teramo), dove Melania, scomparsa il 18 aprile dal pianoro di Colle San Marco ad Ascoli Piceno, dove era salita con il marito e la figlioletta, è stata rinvenuta cadavere il 20 aprile.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *