Karol Wojtyla proclamato Beato

Sei anni e un mese dopo la morte Karol Wojtyla- Giovanni Paolo II è stato proclamato beato dal suo successore Benedetto XVI. Questi, accolta la richiesta del vicario di Roma Agostino Vallini, ha letto la formula latina che annovera il papa polacco tra i beati. E’ la causa di beatificazione più veloce della storia della Chiesa. Festa del nuovo beato, ha confermato il Papa, sarà il 22 ottobre, anniversario elezione al pontificato.  Un lungo applauso e ancora l’urlo “Santo subito”. Così la folla in piazza San Pietro ha salutato la formula di beatificazione di Giovanni Paolo II. In piazza San Pietro sventolano le bandiere di tutte le nazioni.

Un velo di commozione ha percorso il volto di mons. Stanislao Dziwisz, segretario di Giovanni Paolo II per tanti anni, quando Benedetto XVI ha proclamato beato Karol Wojtyla. Il cardinale di Cracovia sta concelebrando il rito sul sagrato di San Pietro.

Appena il Papa ha proclamato beato Giovanni Paolo II, è stato scoperto l’arazzo con l’effige del nuovo beato, che campeggia sulla loggia delle Benedizioni della basilica di San Pietro, ricavato da una immagine fotografica del papa polacco.

Ha ascoltato in preghiera la formula pronunciata da Benedetto XVI e quando il Papa ha proclamato beato Karol Wojtyla suor Marie Simon-Pierre, miracolata da Giovanni Paolo II, ha sciolto la tensione con un sorriso e ha applaudito insieme alla folla.

Non soltanto in San Pietro ma in tutte le piazze e strade di Roma affollate dai pellegrini il momento della beatificazione di Giovanni Paolo II è stato salutato da un caloroso applauso. Commozione e gioia tra la gente.

Le reliquie di papa Wojtyla appena proclamato beato sono state portate al Papa da suor Tobiana, per circa 27 anni al fianco del papa polacco, e da suor Marie Simon Pierre, guarita dal Parkinson in modo inspiegabile per la scienza, il miracolo riconosciuto dalla Chiesa per la beatificazione di Karol Wojtyla-Giovanni Paolo II. Le reliquie, una ampolla del sangue di papa Wojtyla prelevato nei giorni precedenti alla morte, sono contenute in un reliquiario a forma di rami d’ulivo opera di un artigiano romano. Dopo la cerimonia verranno custodite nel Sacrario del Vaticano.

Un boato di applausi si è levato dall’immensa folla radunata al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia, quando Benedetto XVI ha pronunciato la formula di beatificazione di papa Wojtyla. E’ stato un tripudio di bandiere del Vaticano e bianco rosse polacche.

Fonte: ANSA


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *