Il Texas giustizia Yokamon, afroamericano psicolabile. Onu protesta

Roma, 19 lug. (TMNews) – Il Texas ha giustiziato Yokamon Hearn, afro-americano di 34 anni, nonostante avesse disturbi psichici. L’uomo era stato condannato alla pena capitale quando aveva 19 anni per aver ucciso un uomo bianco dopo il furto della sua autovettura.

Stando a quanto riferito dalle autorità penitenziarie, per la prima volta la condanna a morte è stata eseguita con una sola iniezione letale di pentobarbital, contro le tradizionali tre.

Da 14 anni nel braccio della morte, a Hearn erano stati diagnosticati disturbi mentali legati all’abuso di alcol della madre durante la gravidanza e aggravati dallo stato di abbandono in cui era cresciuto; già a 10 anni aveva avuto istinti suicidi e danni al cervello, stando all’organizzazione di difesa legale StandDown. Tuttavia la Corte suprema ha respinto l’ultimo appello dell’uomo, poco prima che venisse giustiziato.

Martedì scorso l’ufficio dell’Alto commissario Onu per i diritti umani aveva lanciato un appello alle autorità del texas perchè risparmiassero la vita a Hearn, sottolineando che “è una violazione delle tutele previste dalla pena di morte imporre la punizione capitale a individui con disabilità psico-sociali”.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *