Monti: sul fisco “quasi violata la privacy ma siamo in guerra”

(AGI) – Milano, 26 nov. – Nella lotta all’evasione fiscale “in qualche caso siamo andati ai margini della violazione della privacy”. Lo ha affermato il premier Mario Monti al convegno dei manager Cida a Milano, aggiungendo pero’ che sul tema dell’evasione “siamo in stato di guerra e non e’ possibile avere una pace sociale tra cittadini e Stato se non con una riduzione del fenomeno”. “Mi auguro che il prossimo governo, qualunque esso sia, sappia essere una forza convincente in Europa e che la forza gli derivi anche dal modo in cui si adempie alle regole europee in casa propria”. Lo ha detto il presidente del consiglio, Mario Monti, intervenendo agli stati generali della Cida.

MONTI, PIU’ VOLTE TENTATI MA NON ABBIAMO FATTO CONDONO

Il governo Monti non ha fatto condoni sull’evasione fiscale. “Quello dell’evasione fiscale – ha detto Monti – e’ un tema su cui ci siamo accinti con intensita’, durezza e brutalita’.

Sapeste quante volte siamo stati tentati di fare dei condoni, e forse avremmo avuto piu’ attenuanti morali e civili di altri governi. Ma non l’abbiamo fatto”.

MONTI, ‘SPINE’ A VOLTE DURE DA INSERIRE E DA TOGLIERE

“Qualche volta le spine sono dure da inserire ma anche da togliere”: cosi’ il presidente del consiglio, Mario Monti, parla del suo anno di governo nel suo intervento agli stati generali di Cida. “All’inizio, quando ci siamo insediati, era prova di temerarieta’ anche solo pensare a un orizzonte di un anno. L’oggetto elettrico piu’ menzionato – ha scherzato – era la spina”.

Fonte: Agi

Free TV Radio


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Un pensiero riguardo “Monti: sul fisco “quasi violata la privacy ma siamo in guerra”

  • 29 Novembre 2012 in 10:07
    Permalink

    Monti ha sbagliato avversario a cui dichiarare Guerra! Deve prima perseguitare tutti quelli che hanno sprecato il denaro pubblico buttando via il sudore di tanti contribuenti onesti ma allora potrebbe essere che deve perseguitare anche se stesso.Qualsiasi famiglia o ditta nel fare i bilanci e programmare le spese fa i conti con quali capitali certi coprirle. I ns. politici hanno fatto leggi di comodo spendendo e sprecando quello che nessun onesto avrebbe mai speso e ora danno la colpa alla evasione fiscale. E’ pazzesco con tassazione arrivata al 70 % per coprire il loro buco

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *