Configurabilità dell’aggravante di abuso di relazioni di prestazione d’opera – Cassazione Penale, Sentenza 10991/2013

E’ configurabile la circostanza aggravante dell’abuso di relazioni di prestazione d’opera (art. 61, comma 1, n. 11 c.p.) in relazione all’appropriazione indebita di un bene noleggiato. Lo afferma la seconda sezione della Corte di Cassazione neòòa sentenza , 10991 depositata lo scorso 8 marzo.

Si è, in proposito, osservato che il contratto di noleggio è disciplinato dalla normativa sulla locazione e, pertanto, ai sensi dell’art. 1590 cod. civ., il conduttore ha l’obbligo di restituire la cosa locata in buono stato di manutenzione e nel medesimo stato al locatore: detto obbligo di facere caratterizza il contratto, non costituendo – come, al contrario, accade nel contratto di leasing – prestazione meramente accessoria ed eventuale.

Allegato Pdf:
Sentenza n. 10991 del 6 dicembre 2012 – depositata l’8 marzo 2013
(Sezione Seconda Penale, Presidente G. M. Cosentino, Relatore S. Beltrani)


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *