Treni, domani convogli fermi dalle 9 alle 17

hqdefaultCircoleranno regolarmente i treni nazionali durante lo sciopero di 8 ore proclamato dai sindacati dei ferrovieri dalle 9.00 alle 17.00 di domani 12 aprile. Regolare anche il servizio Leonardo Express che collega Roma all’aeroporto di Fiumicino. Lo comunica Trenitalia.

Il programma dei treni regionali potrà invece essere oggetto di alcune modifiche anche se lo sciopero, che esclude la Toscana, non inciderà sulle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali (6.00-9.00 e 18.00-21.00).

Informazioni sullo sciopero nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso i new media del Gruppo FS Italiane. Il programma dei treni in circolazione sarà infatti consultabile, oltre che su trenitalia.com, sul notiziario web fsnews.it, mentre notizie e aggiornamenti saranno diffusi da FSNews Radio.

I sindacati: sciopero per gravi e molteplici problemi aziendali
“Per mesi abbiamo tentato inutilmente di intavolare il confronto con Trenitalia sui molteplici e gravi problemi aperti”. Lo sostengono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti e Fast Ferrovie, in merito alle ragioni che hanno portato alla proclamazione dello sciopero nazionale, dalle ore 9 alle 17 di venerdì 12 aprile, di tutto il personale di Trenitalia, ad esclusione di quello della Toscana.

Secondo le organizzazioni sindacali “malgrado il passaggio dell’orario di lavoro settimanale da 36 a 38 ore, concordato a luglio scorso in occasione del contratto aziendale del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, rinnovato contestualmente al Ccnl, finalizzato a consolidare e, in prospettiva, sviluppare il perimetro delle attività produttive aziendali, Trenitalia ha proceduto ad ulteriori esternalizzazioni di manutenzione dei treni e continua a rinviare la necessaria riorganizzazione della vendita e dell’assistenza alla clientela”.

Moretti: posto di lavoro se impresa sana
“I sindacati devono capire che il loro posto di lavoro si sostiene se l’impresa è sana, altrimenti non si sostiene”. Così l’amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti, replica ai sindacati di categoria che hanno indetto per domani uno sciopero dei treni. “Se dovessimo continuare a fare quello che sostengono i sindacati, soprattutto per le merci, perderemmo un sacco di milioni”, ha detto Moretti a margine della presentazione del Frecciarossa 1000.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *