Istat. Crollano le vendite al dettaglio

hqdefaultLe vendite al dettaglio a febbraio 2013 segnano un’ulteriore caduta, scendendo del 4,8% su base annua, con l’alimentare in calo del 4,0%. Lo rileva l’Istat. Si tratta nel complesso dell’ottava flessione tendenziale consecutiva, la piu’ forte da aprile 2012. Inoltre l’indice risulta in diminuzione anche su base mensile (-0,2%). Le vendite per forma distributiva mostrano, nel confronto con il mese di febbraio 2012, una diminuzione sia per la grande distribuzione (-3,5%), sia per le imprese operanti su piccole superfici (-6,0%).

Nei primi due mesi del 2013 l’indice grezzo diminuisce del 3,8% rispetto allo stesso periodo del 2012. Le vendite di prodotti alimentari segnano una flessione del 2,9% e quelle di prodotti non alimentari del 4,2%. Nel confronto con il mese di febbraio 2012 l’Istat registra una diminuzione del 3,5% per le vendite delle imprese della grande distribuzione e del 6,0% per quelle delle imprese operanti su piccole superfici. Nella grande distribuzione le vendite diminuiscono, in termini tendenziali, del 3,1% per i prodotti alimentari e del 4,2% per quelli non alimentari. Nelle imprese operanti su piccole superfici le vendite segnano un calo piu’ marcato: -6,5% per i prodotti alimentari e -5,8% per quelli non alimentari. A febbraio scorso tra le imprese della grande distribuzione si rilevano diminuzioni tendenziali sia per gli esercizi non specializzati (-3,8%), sia per quelli specializzati ( 1,8%). Nei primi, le vendite degli esercizi a prevalenza alimentare diminuiscono del 3,8% e quelle degli esercizi a prevalenza non alimentare del 3,6%.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *