Austerity. Scontri a Madrid tra polizia e manifestanti.

hqdefaultTensione altissima a Madrid dove in serata si sono verificati scontri tra la polizia e alcune frange della manifestazione ‘Occupiamo il congresso’, con un bilancio di 14 agenti feriti e 15 fermati tra i dimostranti.

Secondo quanto riferisce l’edizione online de El Pais il parlamento è ancora strettamente blindato da oltre 1.400 agenti in tenuta antisommossa che continuano a fronteggiare decine di dimostranti. A provocare le cariche della polizia e’ stato intorno alle 20:30 un lancio di bottiglie, pietre e bengala da parte dei giovani chiamati a raccolta dalla piattaforma radicale ‘En Pie! (in piedi) davanti al parlamento per protestare contro i tagli e le politiche di austerità del governo Rajoy.

Nel pomeriggio la manifestazione si era svolta pacificamente. L’afflusso dei manifestanti era cominciato alla spicciolata, poi nel momento di massima concentrazione i dimostranti hanno raggiunto il migliaio. “Questa è un’azione di disobbedienza civile non violenta. Chiediamo non un cambio di governo, ma un
cambio di sistema. Questa manifestazione non è illegittima, nè illegale, nè violenta”, aveva sottolineato un portavoce dei promotori della protesta.

Poi in serata l’intervento delle frange piu’ radicali che hanno attaccato gli agenti con il lancio di oggetti nelle strade intorno alla Placa de Neptuno innescando le cariche. Un piccolo gruppo di manifestanti si e’ disperso per radunarsi poi davanti alla stazione di Atocha dove c’e’ stata un’altra carica della polizia.

Il Congresso dei deputati ha sospeso per oggi i lavori dell’assemblea plenaria, anche se sono continuati quelli delle commissioni parlamentari.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *