Carabiniere ucciso a Maddaloni, fermati altri tre rapinatoi

hqdefaultAltre tre persone sono state arrestate per la rapina nel corso della quale, sabato scorso, a Maddaloni (Caserta) è rimasto ucciso l’appuntato Tiziano della Ratta e ferito il maresciallo Domenico Trombetta. Ad oggi sono complessivamente sette gli arresti.

I militari dell’Arma con la collaborazione della squadra mobile di Napoli, avrebbero individuato una banda di sette persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni, della quale facevano parte i rapinatori che hanno poi ingaggiato il conflitto a fuoco con le Forze dell’Ordine. I

l pm Carlo Fucci, dopo indagini dei militari dell’Arma, ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di quattro persone per concorso in omicidio anomalo, rapina, e porto d’armi. Sono destinatari del provvedimento, infatti, anche due rapinatori feriti e piantonati in ospedale da ieri.

Oggi l’autopsia sul corpo di Della Ratta
Verrà eseguita probabilmente oggi l’autopsia sul corpo dell’appuntato Tiziano Della Ratta, ucciso l’altro ieri pomeriggio nel corso di una rapina all’interno di una gioielleria situata in via Ponte Carolino a Maddaloni nel casertano. L’autopsia di Della Ratta verrà eseguita presso l’istituto di medicina legale dell’ospedale civile di Caserta. Non è stata acnora fissata la data dei funerali del coraggioso appuntato ma è presumibile che si terranno tra martedì e mercoledì. L’appuntanto Della Ratta viveva a Sant’Agata de’ Goti, nel beneventano. Lascia la moglie e un figlioletto di otto mesi. Non è da escludere che i funerali si tengano proprio nella cittadina sannita. Il sottufficiale è morto pochi minuti dopo essere stato ferito nella furiosa sparatoria avvenuta prima all’interno e poi all’esterno della gioielleria. Anche un cliente della gioielleria è stato ferito di striscio da due proiettili. Feriti anche due dei quattro banditi: un uomo e una donna, le loro condizioni non sono gravi. Si trovano ricoverati in stato di piantonamento, uno all’ospedale di Maddaloni e l’altro all’ospedale civile di Caserta.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *