Scovata ‘cimice’ in ufficio Caldoro al Consiglio regionale

Un piccolo congegno elettronico predisposto a trasmettere le conversazioni captate ma privo di microfono e’ stato ritrovato nella stanza al primo piano del Consiglio regionale della Campania adibita ad ufficio del presidente Stefano Caldoro in occasione delle sedute d’Aula. La notizia della scoperta – fatta la mattina di lunedi’ scorso dagli addetti alle pulizie, quando era in programma una seduta di Consiglio su temi scottanti, bonifiche e uso dei fondi europei – e’ trapelata solo nella tarda serata di ieri. La polizia scientifica ha avviato le analisi della ‘cimice’ per ceracre eventuali tracce che portino agli autori del tentativo di spionaggio. Nel frattempo la Digos ha avviato le indagini del caso. Molto probabilmente sono stati disposti controlli negli altri uffici del governatore a Palazzo Santa Lucia, sede della giunta della Regione Campania


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *