6 Aprile Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace

di Rossella Mennella – Lo Sport come modello da seguire in tempo di quarantena


Oggi 6 Aprile è la Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace.

Era il 23 Agosto 2013 quando l’Assemblea Generale Delle Nazioni Unite stabilì questa data in riferimento all’ inaugurazione del 6 Aprile 1896 ad Atene, dei primi giochi Olimpici dell’epoca moderna. L’ ONU, con questa data invita, gli Stati, le Nazioni Unite, in modo particolare l’ufficio Delle Nazioni Unite per lo sviluppo e la pace, le organizzazioni internazionali competenti, quelle sportive internazionali, nazionali e regionali.

Le Società civili, quelle del settore privato e tutti i soggetti interessati.

Lo ricorda anche il Papa nella giornata di ieri, al termine della messa nella Domenica Delle Palme. “In questo periodo vengono fuori i valori più importanti, come la resistenza e lo spirito di squadra.”

Ricordiamoci che, al momento tutte le manifestazioni sportive sono sospese, ma non lo spirito sportivo che dovrebbe continuare ad albergare in ognuno di noi. Come la resistenza che, è ora fondamentale per poter affrontare una situazione come questa che stiamo vivendo, la fratellanza, verso chi in questo periodo sta vivendo enormi perdite in termini economici, lo spirito di squadra che, ci permette di restare uniti anche se distanti.

Non a caso il messaggio del Papa ci riporta al valore educativo dello sport, che vissuto come gioco da piccoli ma che, solo gioco non è, visto l’ impegno che richiede da subito. Una vera terapia per alcuni bambini, bisognosi di attenzioni speciali, ma anche il semplice socializzare per alcuni. Un’ autentica disciplina che, insegna ad ascoltare, ad osservare, a coordinare i movimenti, soprattutto il rispetto verso i propri compagni.

Lo sport è impegno costante è mettersi alla prova, accettando le sconfitte, è il pretesto per poter ripartire quando tutto non ha più valore, è superare i propri limiti, nel rispetto della regole. È grazie a queste regole che, lo sport, da sempre promuove la pace e il rispetto per gli altri. In un momento come questo, in cui le Olimpiadi di Tokyo e gli europei 2020 sono state entrambe rimandate al prossimo anno, auguriamoci che, i piccoli e grandi atleti possono continuare a sognare, nel rispetto degli ideali sportivi, sempre con lo stesso impegno, in attesa di tempi migliori per lo sport e per il nostro pianeta.

Rossella Mennella

Tutti gli articoli di Rossella Mennella


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *