Conte: “Stop attività produttive non può durare per troppo, la riapertura sarà graduale”

Di Marta Tartarini – La chiusura delle attività produttive “non può prolungarsi troppo”, dice il premier Conte in un’intervista a El Pais.

ROMA – Sulle riaperture bisognerà procedere “in termini di proporzionalità”. Lo dice in un’intervista a El Pais il premier Giuseppe Conte, che parlando delle chiusure delle attività produttive osserva che “non può prolungarsi troppo”.

In ogni caso il processo di riapertura “dovrà essere molto graduale”, spiega. Sul contagio, osserva Conte, “è ragionevole pensare che siamo vicini al picco”.

Siamo nella fase più acuta” dell’emergenza. “È difficile fare previsioni esatte. Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10mila vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale. Se potessi tornare indietro, farei di nuovo tutto allo stesso modo. Ora è il momento dell’azione e della responsabilità poi verrà quello delle critiche”. “C’è un grande dibattito pubblico in Italia, ma nessuno ha proposto una soluzione alternativa a quelle che abbiamo adottato che abbia avuto una base e un supporto reali

“SE UE NON ALL’ALTEZZA NAZIONALISMI SARANNO PIÙ FORTI”
“Gli istinti nazionalisti, in Italia, ma anche in Spagna e altrove, saranno molto più forti se l’Europa non è all’altezza del compito”, dice ancora Conte nell’intervista a El Pais.

Fonte: Agenzia DIRE – www.dire.it

Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *