Caserta

Recupero rifiuti e piazza della cultura in beni confiscati

Un “Centro di bioedilizia e di recupero di inerti” e una “piazza della cultura”: sono i due progetti per il recupero e la valorizzazione di altrettanti beni confiscati alla criminalità organizzata nel Casertano frutto della collaborazione scientifica tra Agrorinasce, consorzio di comuni che gestisce beni sottratti ai clan, e il Master post laurea Architettura-Ambiente organizzato dall’Associazione no profit NewItalianBlood (NIB) in collaborazione con Jobiz Formazione.    Il master è patrocinato dal Comune di Salerno, dalla Fondazione Carisal, dall’Ept e da numerosi Enti e aziende ed è composto da una Faculty con 20 tra i migliori architetti italiani della nuova generazione.

Sorgente: Recupero rifiuti e piazza della cultura in beni confiscati – Campania – ANSA.it

Anziano drogato e rapinato da prostituta

Ha drogato e poi rapinato un anziano che lo scorso 30 novembre l’aveva accolta in casa per consumare una prestazione sessuale a pagamento. I carabinieri di Maddaloni (Caserta) hanno sgominato una banda composta da cinque persone: in cella è finita una romena di 43 anni, Ileana Dragne, e due suoi complici italiani, Antonio Magliocca, 28 anni, e Antonio Padovano, 38 anni. Obbligo di firma per i due basisti, che hanno individuato la vittima, un uomo e una donna di 46 e 39 anni.

 

Internati opg “imbianchini” in caserma

Internati dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa (Caserta), uno dei sei ancora aperti in Italia, usati in lavori di pubblica utilità, come imbiancare pareti di uffici pubblici. É il progetto nato da un protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comune di Aversa e l’Opg "Filippo Saporito" che oggi ha vissuto un momento importante con la consegna dei lavori effettuati da due internati nella stazione dei Carabinieri di Aversa, dove sono stati tinteggiate le stanze aperte al pubblico.

Anziano drogato e rapinato da prostituta

Ha drogato e poi rapinato un anziano che lo scorso 30 novembre l’aveva accolta in casa per consumare una prestazione sessuale a pagamento. I carabinieri di Maddaloni (Caserta) hanno sgominato una banda composta da cinque persone: in cella è finita una romena di 43 anni, Ileana Dragne, e due suoi complici italiani, Antonio Magliocca, 28 anni, e Antonio Padovano, 38 anni. Obbligo di firma per i due basisti, che hanno individuato la vittima, un uomo e una donna di 46 e 39 anni.

Maestra arrestata nel Casertano, maltrattava alunni di scuola elementare

Lampedusa: bambini disegnano e raccontano tragedia migrantiUna maestra della scuola elementare di Parete (Caserta) è stata arrestata per maltrattamenti continuati ai danni di alcuni alunni. Il provvedimento è stato adottato al termine di indagini della Procura di Napoli Nord avviate dopo la segnalazione dei genitori ai Carabinieri.

I genitori hanno segnalato al Comandante della stazione dei Carabinieri quello che – a loro parere – era il clima di terrore e il grave disagio dei loro figli a causa del comportamento, ritenuto aggressivo e violento, di una delle maestre.

(altro…)

Camorra: blitz contro i Casalesi, 24 arresti

dia-antimafiaVentiquattro persone arrestate (10 in carcere e 14 ai domiciliari) in un’operazione della Dia di Napoli su appalti truccati dell’ospedale di Caserta aggiudicati a imprese del clan dei Casalesi con l’appoggio di politici e amministratori pubblici. Dall’indagine, durata oltre due anni, emerge che presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta vi era “la piena operatività” del clan di camorra “Zagaria”, fazione del clan dei Casalesi che opera a Casapesenna (Caserta), e “una pervasiva e consolidata rete di connivenze e collusioni venutasi a creare, sotto la regia dei boss della camorra casertana, tra appartenenti al mondo della pubblica amministrazione, della politica e dell’imprenditoria”. E’ quanto emerso dalle indagini.

(altro…)

Setola: non collaboro più con la giustizia, ho detto bugie per uscire dal carcere

55c28c18728d9fe45e3c10a5b9a5d61eNuovo colpo di scena nel tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dove il killer dei Casalesi, Giuseppe Setola, ha dichiarato di non voler più collaborare con la giustizia. Il boss ha rilasciato le dichiarazioni spontanee durante un’udienza del processo per il duplice omicidio Pecchia-Orabona. “Non voglio essere esaminato, voglio solo dire che ho detto un sacco di bugie per uscire prima dal carcere”, ha detto Setola, durante l’udienza sull’omicidio dell’imprenditore Domenico Noviello.

Sequestro da 30 mln a imprenditore clan

CASERTA, 17 DIC – Beni mobili e immobili (società e conti correnti bancari, anche in Lussemburgo), per 30 milioni di euro, sono stati sequestrati dai carabinieri di Caserta a dieci indagati finiti agli arresti domiciliari. Tra i destinatari delle ordinanze emesse su richiesta della Dda c’è anche Angelo Grillo, imprenditore del settore delle pulizie ritenuto vicino al clan Belforte dei Marcianise. Agli indagati viene contestato il reato di intestazione fittizia di Beni di Grillo per favorire il clan.

 

Ecotech, firmato contratto programma

hqdefaultFirmato il contratto di programma tra Regione Campania e il Consorzio Ecotech, impegnato a promuovere e gestire programmi di sviluppo industriale nel settore dell’energia da fonti rinnovabili. L’obiettivo è rilanciare l’economia e lo sviluppo e dare un impulso all’occupazione della Campania. L’importo complessivo degli investimenti previsti dal Consorzio Ecotech è pari a circa 18 milioni, di cui circa 15 da destinare ad interventi di carattere produttivo e 3 al programma di ricerca e sviluppo. Il totale del contributo concesso è di 8 milioni.

(altro…)

Incendio rifiuti nel Casertano, due arresti

hqdefaultI carabinieri del reparto territoriale di Aversa, quelli della Stazione di Trentola Ducenta e del Nucleo Operativo Ecologico di Caserta hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di due persone accusate di tentato incendio doloso di rifiuti pericolosi speciali e non.

(altro…)