Articoli con tag Reati e Pene

Lavoro di pubblica utilità del condannato presso un Ente fuori Provincia di residenza Corte Costituzionale Sentenza 179/2013

Dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 54, comma 3, del decreto legislativo 28 agosto 2000, n.274 (Disposizioni sulla competenza penale del giudice di pace, a norma dell’articolo 14 della legge 24 novembre 1999, n. 468), nella parte in cui non prevede che, «Se il condannato lo richiede, il giudice può ammetterlo a svolgere il lavoro di pubblica utilità fuori dall’ambito della provincia in cui risiede».

Corte Costituzionale Sentenza n. 179 del 05/07/2013

(altro…)

Cassazione Pernale. Fare il parcheggiatore abusivo non è reato

hqdefaultL’esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore non è un reato, ma integra un illecito amministrativo previsto nel codice della strada. Lo puntualizza la prima sezione penale della Cassazione annullando senza rinvio «perché il fatto non è previsto dalla legge come reato» la condanna al pagamento di 100 euro di ammenda, inflitta ad un immigrato dal tribunale di Salerno.

(altro…)

E’ violenza sessuale se la vittima dice di sì e poi ci ripensa, Cassazione Penale Sentenza Terza Sezione

hqdefault«Integra il reato di violenza sessuale la condotta di chi prosegua un rapporto sessuale quando il consenso della vittima, originariamente prestato, venga poi meno a causa di un ripensamento o della non condivisione della modalità di consumazione del rapporto».

(altro…)

Un “vaffa” al collega è reato La Cassazione condanna un impiegato

hqdefaultMandare a quel paese un collega può da oggi costare caro. Anche economicamente. Il “vaffa” è una ingiuria anche se pronunciata in un clima scherzoso e goliardico e in un ambiente di “grandi confidenze tra le parti”. La Cassazione torna su un tema che in questi anni era stato al centro di numerosi dibattiti e altrettante sentenze.

(altro…)

E’ reato lasciare il cane chiuso in auto – Cassazione Penale Sentenza 44902/2012

Va incontro a una condanna per il reato di maltrattamento di animali chi lascia il proprio cane chiuso in macchina. La terza sezione penale della Cassazione ha per questo dichiarato inammissibile il ricorso di una donna condannata a pagare una multa di mille euro dal tribunale di Torre Annunziata, sezione distaccata di Sorrento.

“Il giudice del merito – si legge nella sentenza n.44902 – ha esposto in (altro…)

Non e’ reato molestare l’ex via e-mail – Cassazione Penale Sentenza 44855/2012

Non si rischia una condanna per molestie se si inviano all’ex messaggi tramite e-mail: il fatto “non e’ previsto dalla legge come reato”. Lo sottolinea la sezione feriale penale della Cassazione, annullando senza rinvio la condanna inflitta a un 51enne, accusato di aver molestato con messaggi di posta elettronica una donna con la quale aveva avuto una relazione.

A differenza degli sms, infatti, si legge nella (altro…)

Concorso di circostanze aggravanti e attenuanti – Corte Costituzionale Sentenza 251/2012

dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 69, quarto comma, del codice penale, come sostituito dall’art. 3 della legge 5 dicembre 2005, n. 251 (Modifiche al codice penale e alla legge 26 luglio 1975, n. 354, in materia di attenuanti generiche, di recidiva, di giudizio di comparazione delle circostanze di reato per i recidivi, di usura e di prescrizione), nella parte in cui prevede il divieto di prevalenza della circostanza attenuante di cui all’art. 73, comma 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 (Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza) sulla recidiva di cui (altro…)

Bullismo: atti violenti punibili come stupro di gruppo – Cassazione Penale Sentenza 43495/2012

 

 

La Terza sezione penale ha convalidato una condanna a cinque anni di reclusione nei confronti di un 25enne. Per la Suprema Corte anche la sola finalità di umiliare può essere punita come violenza

(altro…)

Stop all’educazione rigida dei figli: è violenza privata – Cassazione Penale Sentenza 42962/2012

Stop all’educazione rigida dei figli. Costringerli con metodi violenti e contrari alla loro volontà a ravvedersi di un comportamento ritenuto sbagliato dal genitore