Condono Fiscale – Limiti alla definibilità delle liti pendenti. Cassazione Civile, Sezioni Unite, Sentenza 5289/2010

In tema di condono fiscale, è definibile ex art. 16 l. n. 289 del 2002 la controversia nascente dall’impugnazione dell’avviso di liquidazione di imposta di registro per un immobile originariamente non accatastato, per il quale le parti avevano dichiarato, al momento della sua compravendita, di volersi avvalere delle disposizioni di cui all’art. 12 del d.l. n. 70 del 1988 nel caso in cui il ricorso investa anche il provvedimento di classamento; la definibilità, in ogni caso, non può che riguardare la lite relativa alla sola imposta e non quella concernente il classamento.

 

 

(Cassazione Sezioni Unite Civili, Presidente O. Schettino, Relatore V. Mazzacane)

Sentenza n. 5289 del 5 marzo 2010


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *