Non costituisce minaccia l’instaurazione di un giudizio civile contro il consulente tecnico d’uffico – Cassazione Penale, Sentenza n. 5300/2011

Non è riconducibile ai concetti normativi penali di minaccia o violenza la condotta di colui che mendiante un atto di citazione introduca, davanti al giudice ordinario, una causa civile strumentale nei confronti di un pubblico ufficiale – nella specie un c.t.u. – e per ragioni della sua attività di ufficio.
L’attivazione del sistema giudiziario, con l’intervento di un giudice terzo, spezza ogni collegamento tra l’esito del giudizio e la discrezionalità di chi agisce. Il sistema giudiziario attivato prevede in sè rimedi specifici proprio nei confronti dell’azione “temeraria”, sia nel settore civile che in quello penale, rimedi che operano indipendentemente da ogni possibile volontà dell’agente ed attivabili d’ufficio dal magistrato o sollecitati dal convenuto.

(Litis.it, 17 Febbraio 2011)

Allegato Pdf: Cassazione Penale, Sezione Sesta, Sentenza n. 5300 del 11/02/2011
(Presidente Di Virginio, Relatore Citterio)

. Free TV Radio

.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *