Istat: disoccupazione a marzo risale a 8,3%, giovani a quota 28,6%

Il tasso di disoccupazione a marzo risale attestandosi all’8,3%, in crescita di un decimo di punto percentuale rispetto a febbraio, quando segno’ una lieve flessione. Lo rileva l’Istat nelle stime provvisorie (dati destagionalizzati), aggiungendo che su base annua si registra, invece, una diminuzione di 0,2 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) a marzo e’ aumentato al 28,6%, salendo di 0,3 punti percentuali su base mensile e di 1,3 punti su base annua. Lo comunica l’Istat in base a dati destagionalizzati e a stime provvisorie, aggiungendo che la risalita arriva dopo la riduzione registrata a febbraio.

Il tasso di occupazione a marzo e’ pari al 57,1%, in aumento di 0,3 punti percentuali sia rispetto a febbraio sia a marzo 2010, tornando cosi’ al livello di gennaio 2010. Lo rileva l’Istat nelle stime provvisorie, in base a dati destagionalizzati, spiegando che, quindi ‘si osserva un aumento della partecipazione al mercato del lavoro, con una crescita sia della disoccupazione che dell’occupazione”. Di conseguenza scende il tasso di inattivita’, che si attesta al 37,7% (-0,3% punti percentuali su base mensile e -0,1 punti su base annua).
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.