Fmi taglia la stima del Pil dell’Italia: -1,5% nel 2013

2011 IMF World Bank Annual MeetingsL’economia italiana continuerà a contrarsi anche nel 2013. Dopo il -2,4% del 2012, il pil calerà quest’anno dell’1,5%, per poi tornare a crescere nel 2014 quando registrerà un +0,5%. Lo prevede il Fondo Monetario Internazionale. Il tasso di disoccupazione salirà al 12,0% nel 2013 (dal 10,6% del 2012) e al 12,4% nel 2013.

L’Italia è sulla strada giusta, entro la fine del 2013 la gran parte degli aggiustamenti fiscali saranno stati effettuati, così come le prospettive di crescita per il 2014. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale.

In Italia sul fronte delle riforme strutturali puo’ essere fatto di piu’: ci sono aree che potrebbero essere riformate come la giustizia. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi).


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *