Garante Ue privacy: protezione attuale è insufficiente

hqdefaultBRUXELLES – L’attuale quadro di protezione dei dati personali ”e’ insufficiente”: per questo il Garante europeo ha chiesto oggi, presentando il suo rapporto annuale 2012, ”una protezione piu’ forte ed efficace” della privacy in Europa. Il richiamo arriva mentre entra nel vivo l’iter legislativo sulla nuova norma Ue del settore, con il Parlamento che sara’ chiamato a votare, a luglio o settembre, ilnuovo regolamento, un testo su cui aleggia una frenetica attivita’ di lobby. Un fenomeno che preoccupa assai Peter Hustinx, il Garante europeo.

 

”I vantaggi per l’industria – ha detto oggi in una conferenza stampa a Bruxelles – non devono e non possono essere realizzati a detrimento dei diritti fondamentali alla privacy ed alla protezione dei nostri dati personali”. ”In gioco – ha ricordato il Garante aggiunto Giovanni Buttarelli – ci sono milioni e milioni di euro”. In questa battaglia tra privacy ed interessi economici, insiste il Garante aggiunto, ci ”vogliono norme flessibili, chiare e nessuna ambiguita”’ e ci vuole ”lungimiranza” per avere regole ”che siano valide anche per il futuro”, adattandosi a un contesto tecnologico che si sviluppa piu’ rapidamente di quello normativo. ”Abbiamo bisogno, insiste Buttarelli – non di carta ma di sostanza nella protezione dei dati”.


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *