Procedura penale: le notifiche all’imputato detenuto, anche se ha dichiarato o eletto domicilio, vanno eseguite nel luogo di detenzione

In tema di notificazioni: 1) le notifiche all’imputato detenuto, anche nel caso in cui abbia dichiarato o eletto domicilio, devono essere eseguite nel luogo di detenzione, con le modalità di cui all’art. 156, comma 1, c.p.p., mediante consegna di copia alla persona; 2) la notifica al detenuto effettuata presso il domicilio dichiarato o eletto dà luogo a una nullità a regime intermedio, soggetta alla sanatoria prevista dall’art. 184 c.p.p.

Corte di cassazione, sezioni unite penali, 27 febbraio 2020, n. 12778 (dep. 22 aprile 2020) (Ekus.it)


Litis offre un servizio gratuito. Aiutaci con una donazione libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *