Articoli con tag Procedimento penale

Minorenni. Al Collegio il giudizio abbreviato instaurato a seguito di giudizio immediato – Corte Cost. Sentenza 1/2015

auladichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 458 del codice di procedura penale e dell’art. 1, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 22 settembre 1988, n. 448 (Approvazione delle disposizioni sul processo penale a carico di imputati minorenni), nella parte in cui prevedono che, nel processo minorile, nel caso di giudizio abbreviato richiesto dall’imputato in seguito a un decreto di giudizio immediato, la composizione dell’organo giudicante sia quella monocratica del giudice per le indagini preliminari e non quella collegiale prevista dall’art. 50-bis, comma 2, del regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12 (Ordinamento giudiziario).

(altro…)

Giudizio abbreviato relativamente al fatto diverso contestato in dibattimento – Corte Costituzionale, Sentenza 273/2014

Dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 516 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento il giudizio abbreviato relativamente al fatto diverso emerso nel corso dell’istruzione dibattimentale, che forma oggetto della nuova contestazione.

Corte Costituzionale, Sentenza n. 273 del 05/12/2014

(altro…)

Misure di sicurezza. Svolgimento, su istanza degli interessati, nelle forme dell’udienza pubblica – Corte Costituzionale Sentenza 135/2014

udinezadichiara l’illegittimità costituzionale degli artt. 666, comma 3, 678, comma 1, e 679, comma 1, cod. proc. pen., nella parte in cui non consentono che, su istanza degli interessati, il procedimento per l’applicazione delle misure di sicurezza si svolga, davanti al magistrato di sorveglianza e al tribunale di sorveglianza, nelle forme dell’udienza pubblica.

Corte Costituzionale, Sentenza n. 135 del 21/05/2014

(altro…)

Nullità relativa per la mancanza di firma del Presidente sulla sentenza – Cassazione Penale Sezioni Unite, Sentenza 14978/2013

Le Sezioni Unite hanno affermato che la mancata sottoscrizione della sentenza d’appello da parte del presidente del collegio configura una nullità relativa che comporta l’annullamento senza rinvio da parte della Corte di Cassazione e la restituzione degli atti affinchè si provveda alla sanatoria mediante redazione della sentenza. In tal caso il processo deve regredire nella fase del grado di appello successiva alla deliberazione ed il collegio deve redigere nuova sentenza, che, (altro…)

Procedimenti penali contestuali, non si applica il “ne bis in idem” – Cassazione Penale Sentenza 47237/2012

tribunale_1La presenza, presso due distinti uffici giudiziari, di procedimenti per “emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti” non determina l’applicazione del principio del ne bis in idem previsto dall’articolo 649 del codice di procedura penale, anche se i diversi documenti contabili sono stati emessi nello stesso periodo d’imposta.
Ad affermarlo, la Corte di cassazione, con la (altro…)

Contestazione di un reato concorrente in istruttoria dibattimentale e facoltà di chiedere il giudizio abbreviato – Corte Costituzionale Sentenza 237/2012

dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 517 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento il giudizio abbreviato relativamente al reato concorrente emerso nel corso dell’istruzione dibattimentale, che forma oggetto della nuova contestazione.

Corte Costituzionale Sentenza n. 237 del 26/10/2012

Processo penale – Dibattimento – Nuove contestazioni – Contestazione di un reato concorrente emerso nel corso dell’istruttoria dibattimentale – Facoltà per l’imputato di chiedere il giudizio abbreviato – Mancata previsione. (altro…)

Art. 416 cod. pen. Obbligatorietà della custodia cautelare per gravi indizi di colpevolezza – Corte Costituzionale, Sentenza n. 110/2012

dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 275, comma 3, secondo periodo, del codice di procedura penale, come modificato dall’art. 2, comma 1, del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11 (Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori), convertito, con modificazioni, dalla legge 23 aprile 2009, n. 38, nella parte in cui – nel prevedere che, quando sussistono gravi indizi di colpevolezza in ordine al delitto di cui all’art. 416 del codice penale, realizzato allo scopo di commettere i delitti previsti dagli artt. 473 e 474 del codice penale, è applicata la custodia cautelare in carcere, salvo che siano acquisiti (altro…)

Estradizione esecutiva per l’estero – Corte Costituzionale Sentenza n. 274/2011

1) dichiara manifestamente inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 705, del codice di procedura penale, sollevata dalla Corte di cassazione, con ordinanza del 14 febbraio 2011 (r.o. n. 71 del 2011), in riferimento agli articoli 3, 27, terzo comma, e 117, primo comma, della Costituzione;

2) dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 705, del codice procedura penale e dell’art. 40 della legge 22 aprile 2005, n. 69 (Disposizioni per conformare il diritto interno alla decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri), sollevata dalla Corte di cassazione, con ordinanza del 25 marzo 2011 (r.o. n. 147 del 2011), in riferimento agli articoli 3, 27, terzo comma, e 117, primo comma, della Costituzione.

Corte Costituzionale Sentenza n. 274 del 21/10/2011

(altro…)